Quattro fornitori di Apple si schierano contro Qualcomm

A volte quando si dice che Apple è un’azienda molto potente si pensa che lo sia solo sulla carta. Invece abbiamo esempi concreti dell’applicazione di tutto questo potere. Apple può influenzare la vita e la morte di alcune grosse aziende.

È accaduto con GT Advanced, la società che doveva fornire il vetro zaffiro e che poi è fallita, e sta accadendo con Qualcomm. La società statunitense esperta di tecnologie di comunicazioni molto probabilmente non chiuderà, ma i suoi bilanci sono in rosso. Come si evince dal suo terzo trimestre fiscale, il fatturato è calato dell’11%, mentre gli utili sono calati del 40%. Tutto da quando Apple ha deciso di abbandonarla.

Secondo la società di Cupertino, Qualcomm fu avvisata già dal 2015 dei cambi e del possibile abbandono. Apple ha anche fatto causa all’ex partner per 1 miliardo di dollari di royalties pagate in più. A questo si aggiunge un’altra prova di forza.

Foxconn, Compal, Wistron e Pegatron, quattro fornitori di Apple, si sono unite per fare causa a Qualcomm dopo che questa aveva chiesto il ban della vendita degli iPhone negli Stati Uniti. La società si trova, così, attaccata su più fronti e con un bilancio in negativo. Si arriverà ad un accordo extracontrattuale?

One Comment

Cosa ne pensi?