Paolo Nespoli

Di solito siamo abituati a vedere usare l’iPhone per realizzare alcune copertine di riviste importanti. In passato è accaduto con Billboard Magazine, il New York Times e altri. Questa volta, però, la foto non è stata scattata da un iPhone, ma illuminata da un iPhone.

La storia è raccontata da DPreview. Il fotografo Alessandro Barteletti era stato mandato al simulatore Soyuz presso il Star City in Russia. Un centro di addestramento per le missioni spaziali. Qui c’è Paolo Nespoli che sarà il primo astronauta 60enne che passerà 6 mesi a bordo della ISS.

La storia è raccontata nel National Geographic di luglio in edizione italiana. La foto di copertina è stata scattata usando l’iPhone come fonte di illuminazione.

Sono entrato nella Soyuz con la mia Nikon D3 e una lente grand’angolo, pronto a fotografare Paolo quando, improvvisamente, qualcosa di inspiegabile è accaduto: tutte le luci si sono spente, tutto era nero e dall’esterno mi facevano segno che avevo un solo minuto prima di dover uscire. Non sapevo cosa fare: quello era il set ideale per La Foto e probabilmente una delle migliori che avrei mai scattato. Così mi venne un’idea, una di quelle folli che ti vengono quando sei disperato. Ho preso il mio iPhone, l’unico dispositivo elettronico che avevo con me, ho attivato la funzione torcia e l’ho inserito tra due pannelli dietro l’astronauta.

Il risultato è lo scatto che vedete in copertina.

Unisciti alla conversazione

2 Comments

Leave a comment

Cosa ne pensi?