Apple manda via il capo dell’infrastruttura di iCloud

data center Reno

L’infrastruttura cloud di Apple, per quanto in espansione, dipende ancora da tecnologie di terzi. Anche se la società sta costruendo data center in tutto il mondo, la necessità di avere una struttura pronta a l’uso la lega a tecnologie come AWS di Amazon e Azure di Microsoft.

La società di Cupertino, però, sta anche lavorando alla sua tecnologia. Il progetto McQeen mira a fare a meno dei servizi di terzi e gestire i propri sistemi. A tal proposito la società ha attuato un cambiamento nella leadership del settore.

Eric Billingsley, entrato in Apple nel 2013 dopo aver lavorato per eBay e Google, è stato sostituito. Al suo posto Patrice Gautier. E se Billingsley era più concentrato su iCloud e gli spazi di storage, Gautier va più verso Siri.

L’obiettivo è dare vigore ai team che si occupano dell’infrastruttura server dei servizi di Apple, che comprendono anche Apple Music, l’App Store, il catalogo dei film, i servizi cloud e così via. Gautier risponde direttamente ad Eddy Cue.

Cosa ne pensi?