Apple compra Buddybuild, piattaforma specializzata nel debugging delle app

Buddybuild

Chi fabbrica le app sa che spesso può capitare di digitare male il codice o creare un insieme di elementi che non funzionano bene tra di loro. Basta cambiare il nome di un’etichetta per far saltare parte del processo e creare app buggate. Per questo motivo periodicamente vengono rilasciati aggiornamenti che risolvono questi errori.

In Xcode gli sviluppatori hanno un simulatore che consente di avere un’anteprima dell’app e osservare se qualcosa funziona male. A tal proposito, per potenziare questo strumento, Apple ha comprato Buddybuild.

Questa piattaforma è nata da una startup con sede in Canada. Il team che la gestisce, formato da circa 40 ingegneri, resterà in Canada. Il servizio sarà integrato in futuro in Xcode per consentire di trovare gli errori nel codice più velocemente.

Chi ha pagato il servizio potrà continuare ad usarlo, ma non saranno accettati nuovi clienti. Lo ha comunicato la stessa società nel suo sito, avvisando anche che la versione per Android sarà dismessa da marzo di quest’anno, per concentrare le risorse su iOS.

Al momento nessuna informazione sul denaro sborsato per l’acquisizione. Nel 2014 Apple acquistò TestFlight, un’app per la distribuzione controllata delle versioni beta delle app. L’app è tutt’ora in uso.

Cosa ne pensi?