Apple regala l’abbonamento per sviluppatori alle organizzazioni non profit

sviluppatori

Diventare uno sviluppatore Apple non è gratis. La società guadagna dalla vendita delle app (il 30%) e dalla vendita degli abbonamenti (il 15%). Ma il business delle applicazioni si basa anche sulla quota di iscrizione di 99 € annui.

Un tempo era necessario acquistare un abbonamento per sviluppare per iOS e un altro per macOS. Ora, invece, basta un singolo abbonamento per sviluppare per tutti i sistemi operativi della società, compreso tvOS e watchOS.

Considerando che ci sono circa 700.000 sviluppatori iscritti al programma, stiamo parlando di un giro d’affari da 70 milioni di euro annui. Denaro che serve per avere gli strumenti di sviluppo, lo spazio nei server di Apple per caricare le app e l’uso dell’App Store con i suoi strumenti.

C’è qualcuno, però, che non pagherà più. Apple ha attivato un programma di distribuzione di abbonamenti gratuiti per sviluppatori, destinati alle organizzazioni non profit, scuole e enti governativi.

Questi, almeno al momento, devono risiedere negli Stati Uniti. Chi riceve un abbonamento gratuito, però, non potrà pubblicare app a pagamento. Per ulteriori informazioni c’è il sito della società.