Finalmente Apple si sbarazzerà di Jimmy Iovine (aggiornato)

Eddy Cue e Jimmy IovineIn un certo senso Jimmy Iovine è simpatico e di sicuro avrà fatto molto nell’industria discografica in passato. Iovine ha per esempio prodotto oltre 250 album musicali da diversi artisti e ha sicuramente molte conoscenze nel settore, ma l’ho sempre reputato un uomo “poco Apple”.

Le poche volte che è apparso sul palco dei Keynote ha dimostrato poca capacità comunicativa. È sembrato sempre come quella persona che a volte attaccano bottone al bar e parlano senza sosta, e tu non vedi l’ora di poter trovare una scusa e abbandonare al suo destino.

Ora finalmente Apple se ne disferà. Non avendogli dato un ruolo ben preciso, la società lo teneva a vegetare in Apple Music dove dava una mano per gli accordi con gli artisti. Lo stesso Iovine deve essersi accorto della poca compatibilità, infatti ad agosto andrà via.

Il vincolo temporale esiste perchè parte delle azioni che ha ricevuto per la vendita di Beats ad Apple, acquisizione che tra l’altro credo sia stata inutile, sono bloccate. Al termine della scadenza del vincolo, Iovine venderà le azioni e si dedicherà ad altro.

Molto probabilmente si dedicherà al corso universitario che ha aperto insieme a Dr Dre, suo socio nell’affare da 3 miliardi di Beats.

Aggiornamento: a quanto pare Jimmy Iovine ci ha ripensato. Ad agosto non lascerà Apple.

  • gdevitis

    l’acquisizione con Beats ha dato vita a HomePod

    • Non necessariamente. Apple aveva già uno speaker anni fa.

  • Leonardo

    Ma voi ci vedete qualcosa di speciale nelle radio proposte da Apple?
    A me fanno scappare da ridere…

    • dataghoul

      Tieni presente che sono calibrate per l’utente medio statunitense che, anche se può sembrare difficile, se non impossibile, è ancora più ignorante dell’utente medio europeo.