Ciò che compri nei negozi digitali non è mai tuo, come dimostra un recente caso

Se esce un nuovo film che siete desiderosi di vedere, lo prendete in DVD o la versione digitale? Personalmente attenderei l’arrivo su Netflix o altro servizi, ma se comprate il contenuto su iTunes, pagando di fatto quanto un DVD, dovete sapete la triste realtà.

Il pagamento di un contenuto digitale non è mai inteso come l’acquisto di una proprietà sull’oggetto in se. Non state comprando un film. State acquistando semplicemente il permesso di vederlo riconoscendo la fetta di diritti annessa. Acquistare un DVD è la stessa cosa, solo che in quel caso si paga anche il supporto fisico.

Teoricamente se acquisto 100 eBook su iTunes, il mio dispositivo si rompe e io muoio, i miei eredi non potranno chiedere ad Apple i 100 libri che io ho pagato. Perchè ho semplicemente pagato la visione personale di quel contenuto.

Se n’è accorto anche Anders da Silva in Canada. L’uomo aveva comprato diversi film nell’iTunes Store, quando si è accorto che 3 di questi mancavano all’appello. Così ha chiesto spiegazioni ad Apple che ha risposto che la casa di produzione aveva deciso di ritirarli.

In pratica l’uomo ha pagato credendo che quei film sarebbero stati suoi per sempre, ma in realtà si è visto ritirare i diritti sul contenuto quando quel contenuto è sparito. La società di Cupertino ha cercato di venirgli incontro offrendogli la visione di due film a noleggio. Ovviamente questo ha fatto infuriare Anders ancora di più.

Forse è per questo che i libri fisici continuano a non morire. Nel dubbio la carta può essere conservata, l’ebook no se non abbiamo un ottimo servizio cloud.

iTunes Canada

2 Comments

  1. A me è successa la stessa cosa. Avevo comprato un film di Toy Story di Barbie a mia figlia. Un giorno ho scoperto che lo stesso partiva solo in lingua inglese e non più in italiano. Ho chiesto spiegazioni e mi hanno detto che era stato ritirato dal mercato italiano. In cambio anche a me hanno offerto il noleggio di un altro film.

Cosa ne pensi?