Netflix l’azienda che fattura più abbonamenti in iOS

Mi sono sempre chiesto come mai Apple desse così visibilità a Netflix nell’App Store. A volte la società non solo dà risalto all’app, ma pone l’accento anche sulle nuove serie televisive. Un comportamento che trova giustificazione nel giro d’affari generato dal noto servizio di video streaming.

Come evidenzia una recente analisi di SenseTower, infatti, per l’anno 2018 c’è stato un aumento dell’uso dei servizi in abbonamento nell’App Store. Questo, vi ricordo, porta ad Apple il 30% di commissioni, che passano al 15% se l’utente rinnova l’abbonamento un secondo anno.

Al primo posto di questa classifica troviamo Netflix. Il servizio porta un giro d’affari di 790,2 milioni di dollari di abbonamenti sottoscritti direttamente nell’app per iOS. Considerando che il 30% va ad Apple, si comprende come l’azienda di Cupertino sia disposta a dare visibilità al progetto.

Al secondo posto abbiamo Tencent Video con 490 milioni di dollari. Si tratta di una sorta di Netflix per il mercato asiatico. Segue l’app di incontri Tinder che genera 462,2 milioni di dollari.

Tra le altre app figurano iQiyi di Baidu (420,5 mln), il social network Kwai (264,5 mln), YouTube (244,2 mln), la musica di Pandora (225,7 mln), Youku di Alibaba (192,9 mln), il Whatsapp asiatico QQ (159,7 mln) e Hulu (132,6 mln).

In pratica i servizi che generano più fatturato sono i servizi di streaming video, le app di messaggistica e i social network.

Cosa ne pensi?