Microsoft sta per eliminare i libri dal suo Store, anche quelli già comprati

La diffusione degli ebook ha portato sicuramente molti vantaggi. Ora è possibile portare con se centinaia di libri occupando pochissimo spazio. Si possono comprare libri a prezzi leggermente inferiori ed è possibile trovare vecchi libri che non è economicamente possibile produrre su carta in quanto la stampa costerebbe troppo.

Nonostante questi vantaggi il mercato delle versioni di carta è ancora florida. Come mai? Il motivo è semplice: un libro di carta dura potenzialmente per sempre, si può prestare, regalare e addirittura lasciare in eredità. Alcune prime edizioni acquistano anche valore nel tempo.

Gli ebook sono personali e se la piattaforma che utilizziamo per accedervi muore, muore anche la nostra biblioteca. Come dimostra il caso degli ebook di Microsoft.

La società di Redmond non ha collezionato grandi risultati nel settore. Per questo motivo ha deciso di eliminare la sezione degli ebook dal Microsoft Store. Già da oggi non è possibile comprare nuovi libri, ma da luglio addirittura non sarà possibile accedere ai libri acquistati in passato.

La società si è proposta di rimborsare i libri comprati dal suo negozio. Sta di fatto che la cosa fa molto pensare. Che fine faranno tutti gli ebook che stiamo comprando dai vari negozi? Il sapere elettronico è destinato ad evaporare in futuro?

Cosa ne pensi?