Apple si rifornirà di oro solo dalle miniere che rispettano i salmoni

Sono lontani i tempi di fine 1900, quando i minatori si recavano nel Klondike, nella regione dello Yukon, per la folle ricerca dell’oro. All’epoca bastava avere un setaccio e filtrare l’acqua del fiume per trovare delle pepite d’oro. Ora serve scavare a fondo.

Scavando nel fiume o nelle sue vicinanze disturba l’habitat naturale. Nello specifico rovina l’ambiente ideale per la riproduzione del salmone. L’ESA (Endangered Species Act) ha inserito 12 specie del salmone del Pacifico tra quelle a rischio. Quindi ecco la decisione di agire.

Per esempio RESOLVE ha introdotto il Salmon Gold nel 2017. Si tratta dell’oro estratto ripristinando gli ambienti dei salmoni. In pratica nei tratti dove si mina l’oro si ripristina l’habitat dopo aver scavato ed estratto il prezioso metallo.

Apple ha deciso di rifornirsi solo dalle aziende che in Alaska rispettano i salmoni. Oro che sarà utilizzato per costruire piccoli componenti nei suoi dispositivi. Promuovere questo tipo di attività spinge anche gli altri minatori ad adottare gli stessi standard di rispetto per l’ambiente.

Cosa ne pensi?