IBM costruisce un chip da 500 Ghz

Per la commercializzazione dei computer riteniamo che 3 Ghz sia un’ottima velocità per un processore.

Secondo la teoria di Moore, si riesce a costruire un processore con velocità doppia di quello venduto attualmente ogni 18 mesi, ma IBM ha fatto di più.

Utilizzano la tecnologia SiGe (Silicio e Germanio) è riuscita a costruire un chip da 500 Ghz (160 volte la velocità dei chip attuali) su un wafer di silicio da 200 millimetri.

Il traguardo è stato raggiunto portando il processore in un ambiente dove la temperatura è a -268.65 gradi Celsius, quasi vicino al limite massimo in natura di -273,15 gradi °C.

Naturalmente il processore così come è costruito adesso poco si adatta alla commercializzazione. IBM, però, dichiara di riuscire a farlo funzionare a temperatura ambiente nell’arco di 2 anni e di poter raggiungere, sempre con la tecnologia SiGe, la velocità di 1.000 Ghz, cioè 1 Teraherz.

L’utilizzo commerciale potrà essere molto vario: dai telefoni cellulari ai computer portatili.

Come si muoverà Intel adesso?

Cosa ne pensi?