E’ morto il Floppy Disk

E’ triste dare questo tipo di annunci, ma bisogna affrontare le conseguenze della velocissima corsa della tecnologia.

Nato negli anni ’80, il Floppy Disk, o dischetto per chi amici, permetteva di trasportare di dati da un computer all’altro, in un periodo storico senza diffusione di Internet o chiavette di memoria.

I programmi di allora non richiedevano grosse pretese. I loro file potevano essere tranquillamente conservati nei 720 Kb prima, e 1,44 Mb dopo, di grandezza. Cifre ridicole se paragonate a quelle a nostra disposizione oggi con un cd (700 Mb), un DVD (8 Gb) o una chiavetta di memoria (2 Gb).

Il driver per la lettura dei floppy disk è sparito da tempo dai computer Mac, ma presto spariranno da tutti i negozi di computer. La catena Pc World, ad esempio, ha dichiarato che non rifornirà più i suoi punti vendita di dischetti. Le 10.000 confezioni ancora in magazzino saranno vendute in poco tempo con una promozione. Ben presto l’iniziativa sarà ripresa anche da altri noti marchi.

Addio dischetto, compagno di mille avventure.