Class Action contro Apple: pubblicita’ falsa sugli schermi

E’ partita una Class Action contro Apple gestita dallo studio legale di Peter M. Polischuk.
L’azione legale è nata contro la pubblicità ingannevole che la società utilizzerebbe per promuovere i MacBook e i MacBook Pro, in particolare il dito è puntato contro le incredibili qualità attribuite agli schermi.

Secondo gli avvocati, infatti, Apple dichiara che i display sono a 16 milioni di colori, ma ogni canale ha una capacità di 6 bit invece di 8 bit. Questo si traduce con una riproduzione massima di 262.144 colori.
Così facendo la società viola l’Unfair Competition Law e il Consumer Legal Remedies Act.

Quello che mi chiedo è perchè non fare causa anche alle altre società che dichiarano i 16 milioni di colori? Perchè non fare causa alle società di produzione di cellulari che li dichiarano in schermi molto più piccoli e dalle risoluzioni molto inferiori?

Aspetteremo l’evolversi della causa.

[via AppleInsider]

MacBook