Universal fa i capricci

Continua il battibecco tra Apple e Universal per il contratto in riguardo iTunes Store. Secondo fonti interne il divorzio è imminente, o almeno quello consensuale. La casa discografica, infatti, dopo che Apple non si è calata i calzoni concedendogli una tangente sull'iPod, ha deciso di firmare solo contratti di breve durata.

Così facendo la società potrà, di volta in volta, decidere quali artisti inserire o togliere nel catalogo della Mela. Sembrerebbe che resteranno i nomi più blasonati come gli U2 e i Black Eyed Peas, ma molti potrebbero sparire a indiscrezione.
Un vero peccato se si pensa che ogni anno Universal riceve un assegno da 200 milioni di dollari da Apple per la vendita dei brani.

[via MacWorld]

logo Universal

One Comment

Cosa ne pensi?