Le mie impressioni su Leopard

Non ne voglio scrivere una recensione, a che serve se ce ne sono centinaia in giro? Vi dirò cosa ne penso del nuovo sistema operativo della Mela. Premetto che sembrerò un pò troppo critico, ma tento di guardare il tutto sotto un occhio non di parte, sapete che amo Apple.

Partiamo dalla scatola che è scomoda da sfilare e si rischia di romperla, preferivo l'apertura dall'alto anche se era meno elegante. Il DVD Dual Layer contiene tutto ciò che vi serve, quindi non avete il problema di gestire molti DVD contemporaneamente.

L'installazione è stata alquanto sofferta. All'inizio, non so perchè, ha trovato molta difficoltà a visualizzare l'HD dove installarlo e non mi ha chiesto se volevo aggiornare, installare da zero o fare archivia e installa. Ha deciso autonomamente di aggiornare, probabilmente perchè c'era già Tiger. Fatto sta che ho dovuto ripetere l'installazione scegliendo, questa volta, "archivia e installa" che non fa altro che installare da zero in modo da non avere rogne all'avvio e archiviare la vostra utenza in una cartella che sarà messa a posto automaticamente al termine dell'installazione.

Il primo avvio è stato un po' traumatico. C'era una schermata azzurra che è rimasta inanimata per qualche secondo di troppo, avevo temuto il peggio. Fortunatamente non stava facendo altro che sistemare la nuova interfaccia grafica. Carina, nulla di rivoluzionario ma come dice Mossberg è un'evoluzione. Il filmato di avvio è favoloso, sembra di viaggiare nello spazio. La registrazione è stata veloce e indolore.

I primi minuti non mi hanno dato una buona impressione. Tutto il sistema era lento. Ho scoperto, poi, che era per via dell'indicizzazione dell'HD. Un pegno che dovete pagare e che al termine ringrazierete anche, poichè Spotlight è una scheggia, quasi più veloce di Google. Utilizzavo Quicksilver per lanciare le applicazioni al volo, ora è solo un ricordo perchè con Spotlight riesco a fare lo stesso lavoro.

Ho un MacBook con Intel Core 2 Duo da 2 GHz e 2 GB di RAM. Il sistema, dopo i primi minuti di assestamento, mi va più veloce. Non credo sia solo l'impressione, lo sto usando da qualche giorno. Credo merito anche della nuova struttura a 64-bit che è componente del cuore del sistema. Anche le applicazioni made in Cupertino sono più prestanti, compreso Mail, iTunes e iPhoto, che con Tiger erano un pò pastosi. A proposito di iTunes e iPhoto: non fidatevi ciecamente di "installa e archivia" perchè qualcosa è stato perso per strada. Oltre ad essere sparite tutte le mie foto, sono spariti anche un centinaio di brani musicali. Fortuna che avevo fatto un backup su un disco esterno prima di cimentarmi nell'installazione. Fate sempre un backup se non volete piangere dopo!

Le nuove funzioni sono interessanti. Non ho provato Time Machine perchè non voglio sentire costantemente il rumore dell'HD esterno, però le funzioni di note e temi di Mail sono carini. Safari ora è compatibile con un numero maggiore di siti anche se non raggiunge la piena compatibilità che potreste trovare in Firefox. Aggiungendo il plug-in Saft, però, diventa un compagno inseparabile per la navigazione. Naturalmente qualche plug-in non è compatibile. Questione di giorni e aggiornamenti. Attenderò PithHelmet con ansia.

Front Row, il menu multimediale che si apre con il telecomando, ora è come quello dell'AppleTV. Molto funzionale e meglio gestito. Anche i trailer ora si caricano meglio. PhotoBoot, invece, il programma per fare foto con effetti, ora registra anche i video e crea gif animate di 4 frame. I nuovi effetti, che si trovano anche in iChat, però, non funzionano bene. Mi riferisco agli sfondi animati (approposito potete aggiungerne manualmente degli altri) poichè la sagoma non si inserisce bene e si vedono degli oggetti dello sfondo originario della vostra stanza. Credo che sia da migliorare. Spaces, invece, i multi desktop, è carino ma nulla di entusiasmante. L'ho provato un pò ma credo sia tutta questione di abitudine.

QuickLook, invece, è imperdibile. Era ora che Apple creasse un visualizzatore istantaneo di file multimediali. Non dovrete aprire più un'applicazione per vedere un filmato, ascoltare un brano o leggere un file al volo. Con CoverFlow, fra l'altro, potete rovistare nelle finestre come fareste su una scrivania, cioè vedendo i documenti in miniatura e sfogliandoli rapidamente.

Per quanto riguarda la compatibilità pensavo peggio, invece mi funziona quasi tutto, eccetto qualche plug-in di Safari, ShapeShifter e qualche altro. Ma di questo ve ne avevo già parlato citandovi una lista

In sostanza il sistema merita molto. Vi consiglio di attendere magari il prossimo aggiornamento che lo renderà più stabile e, soprattutto, assicuratevi che le applicazioni più utilizzate siano compatibili. In tal caso attendete ancora. Se invece non resistete e volete averlo subito lo trovate nell'Apple Store on line.

Voto complessivo 8.
Se avete domande o curiosità che volete chiedere su Leopard inseritele nei commenti. Se potrò vi risponderò presto.

Leopard prevendita