MacBook Air, immensamente sottile

Finalmente è arrivato, dopo tante indiscrezioni è giunto il nuovo portatile di Apple, il MacBook Air. Presentato durante il Keynote, questo nuovo computer copre la fascia di mercato composta da persone che non richiedono grandi prestazioni hardware ma vogliono apparire e ostentare la loro appartenenza a un club destinato a pochi intimi. Non si conoscono, infatti, le vere ragioni per cui la società ha prodotto un computer di tali dimensioni.

Misura 32,5 x 22,7 x 1,94 cm e ha un peso di 1,36 KG. Per mostrare quanto sia estremamente sottile, Apple ha mostrato uno spot pubblicitario in cui lo si estrae da una busta postale, ma vediamo cosa contengono i due modelli considerando che di serie sono stati integrati Wi-Fi 802.11n e Bluetooth 2.1 + EDR:

Versione da 1,67 GHz – prezzo 1.699 € (studenti 1.597,20 €)

  • Processore Intel Core 2 Duo con 4MB di cache L2
  • RAM 2 GB
  • Disco rigido PATA da 80GB a 4200 giri/min
  • Scheda grafica Intel Graphics Media Accelerator X3100
  • porta micro-DVI
  • webcam iSight integrata
  • una porta USB 2.0
  • una porta per auricolari

Versione da 1,8 GHz – prezzo 2.868 € (studenti 2.696,40 €)

  • Processore Intel Core 2 Duo con 4MB di cache L2
  • RAM 2 GB
  • Disco a stato solido da 64G
  • Scheda grafica Intel Graphics Media Accelerator X3100
  • porta micro-DVI
  • webcam iSight integrata
  • una porta USB 2.0
  • una porta per auricolari

Entrambi i modelli sono in alluminio e sono stati costruiti nel totale rispetto per l’ambiente. Non fanno uso di PVC e lo schermo non contiene mercurio e arsenico. Anche l’imballaggio è stato ridotto del 56% per ridurre i rifiuti. La batteria, invece, ha 5 ore di autonomia e quando diventerà inutilizzabile chiamate Apple e ve la sostituirà per 129 $ poichè è tutt’una con il case e non si può estrarre manualmente.

Lo schermo è di 13,3″ e ha la retroilluminazione al LED. Anche la tastiera è retroilluminata e ha un sensore che ne regola automaticamente la luce. La grande rivoluzione sta nel touchpad. Grazie alla tecnologia multi-touch, la stessa presente nell’iPhone o nell’iPod Touch, potrete ruotare, spostare, modificare, ingrandire con le dita a pinza e altro i file sullo schermo. In altre parole il computer ha una componente touch screen.

Vi sarete accorti che manca l’unità ottica DVD. Qui giunge la seconda innovazione che dà il nome al computer: Air. Attraverso l’aria, infatti, il MacBook Air può condividere, sfruttando il WiFi, le unità ottiche dei computer adiacenti. Basta avere un altro computer nella stessa stanza per leggere il DVD o CD che inserite in esso. Volendo, però, potete acquistare un lettore esterno al prezzo di 89 € che si collega all’unica porta USB.

Se non siete ancora convinti guardate il video tour o la galleria di foto scattate al MacWorld. Se invece vi siete convinti correte nell’Apple Store on line a acquistatelo.

MacBook Air ufficiale

  • areox

    stavo pensando….ma non ha speaker? Solo auricolari? Nella guida nn c’è traccia….

  • Roy Batty

    Beh, se gli spieaker erano quelli dei Macbook attuali, meglio toglierli… :-p

  • Andrew

    Ma alla fin fine MacBook Air non è un po’ una fregatura? o_O Pagando molto di meno uno si compra un MacBook normale con prestazioni miglior e più componenti…

  • Fa certamente gola per la portabilità ma pecca proprio nelle componenti che solitamente si utilizzano più spesso 🙁

  • MelaDai

    Audio
    Uscita audio analogico/cuffie (minijack)
    –> Altoparlante mono integrato
    Microfono omnidirezionale integrato

  • Xander

    Ma gli speaker non sono quei 2 buchini accanto all’ iSight?

    Forse ho le traveggole..

    Certo che se avessero incluso una Firewire ed una Ethernet magari..

  • Pingback: Best of Week #3 « Gioxx’s Wall()

  • andrea

    col senno di poi… E’ il PC più venduto di sempre di apple…