MacHeist e MacUpdate da oggi concorrono con i loro bundle

Vi comunico che da oggi, come vi avevo già detto qualche giorno fa, parte la vendita del bundle di MacUpdate. Un pacchetto di 10 applicazioni dal valore di 265,78 $ al prezzo di 64,99 $ (circa 41 €), tra cui Parallels Desktop, il programma per usare Windows in Os X. Avete 13 giorni di tempo per comprarlo, dopodichè uscirà dal mercato.

Invece se volete approfittare ancora per qualche giorno è disponibile il pacchetto MacHeist Retail Bundle, che mette a disposizione 12 applicazioni, scelte tra le migliori dei pacchetti MacHeist I e II degli ultimi 2 anni, al prezzo di appena 49 $ (circa 31 €). In questo caso oltre a portarvi a casa 12 licenze full, farete anche del bene poiché il 25% dei ricavi saranno devoluti in beneficenza.

  • Marco

    Occhio però…. i software piu’ appetitosi NON hanno la licenza immediata.
    Parallels verrà sbloccato soltanto se sono stati venduti un tot-numero di bundles.

    Direi che è bene dirlo, altrimenti le persone compranio il bundle e possono ritrovarsi con dei sfotware bloccati.

  • Non preoccuparti che li sbloccheranno sicuramente prima del termine. E’ solo un sistema per spingere a convincere gli amici a comprarlo per raggiungere la soglia.

  • Pio Alt

    Salve a tutti, queste notizie di grandi risparmi mi mettono sempre il prurito nell’orecchio [si forse lo avete già letto :-)] anche se poi magari apprezzo l’iniziativa non posso non pensare ad alcune questioni generali: l’offerta è condizionata, se si vende un tot di sbloccano le app più appetitose, le prime però, quelle di partenza sono app che singolarmente venderebbero circa zero, un numero piccolo vicino a zero direi, da ciò deriva che lo sbandierato valore commerciale è ipotetico, il loro valore di mercato è circa zero (io posso anche mettere in vendita una penna a $ 1000 ma non significa che vale mille, se non la vendo vale zero).
    All’inizio quindi si paga una cifra discreta per avere delle app. (che magari non si comprerebbero perchè non se ne ha bisogno) di valore di mercato circa zero (valore commerciale non ha senso neppure citarlo visto che è potenziale, vale solo se si riesce a vendere e se questi rientrano nel bundle vuol dire che non ci riuscirebbero da soli o avrebbero risultati scarsissimi) quindi all’inizio si paga già più del controvalore in app.
    Poi si deve sperare che altri comprino, che si raggiunga il quorum, che vengano sbloccate le altre app più appetitose, quelle magari per le quali si partecipa al bundle, le sole che per noi hanno valore pratico forse.
    Questo però significa che il rischio è a carico di chi compra, non è rischio d’impresa ma rischio di cliente. Si fa rischiare il cliente, facendogli pagare una quota di partecipazione per ottenere un premio che all’inizio è ipotetico e forse non si otterrà (l’anno scorso furono rivisti gli step mi pare per non deludere tutti).
    Ci si può anche assumere un rischio, ma quale è il compenso per questo rischio? se l’azienda rischia e gli va bene guadagna utili in percentuale sulle vendite, se il cliente rischia non guadagna in percentuale sul successo ma guadagna una unità, una app in più, non una percentuale di app in più. Questo è di per se iniquo.
    Poi c’è il marketing gratis perché chi ha già versato la quota, chi è già in gioco, cerca di far partecipare altri conoscenti, per raggiungere il quorum, questa è pubblicità gratis, pubblicità di grande valore perchè sono consigli ad personam, pubblicità che nessuna azienda parteciapnte potrebbe permettersi, marketting piramdale a metà. Astuto ma anche qui è il cliente che paga e lavora per far vendere l’azienda, non mi sembra equo.
    Poi c’è il fatto che se di questi bundle ce n’è solo uno si può pensare che si raggiungano gli obiettivi, ma quando ce ne sono due o più le probabilità si riducono, forse anche della metà, ma si riducono consistentemente, cioè il rischio aumenta, quel rischio a carico del cliente, per il quale non è pagato.
    .
    Riepilogando, rischio e pubblicità a carico del cliente, profitti per l’azienda: cioè il mondo all’incontrario… penso.
    .
    Mi sta bene che ci siano questi bundle ma in testata dovrebbe esserci scritto LOTTERIA, sarebbe più corretto.

  • Come ho detto nel commento di prima è solo una strategia commerciale. Tutte le applicazioni saranno sbloccate entro la scadenza dei termini al 100%. Quindi non è come giocare alla lotteria, ma si tratta di attendere qualche giorno in più.

  • Pio Alt

    Allora perchè non dirlo chiaramente?
    Per beneficiare del passaparola?
    Quando non mi dicono le cose chiaramente pensando che così farò qualcosa che non farei altrimenti mi sento preso per il naso e considerato un idiota.
    Considerano idioti i loro clienti?

    E’ una strategia commerciale, naturalmente.

  • Si esatto, per il passaparola. Sono tecniche di marketing.