Walt Mossberg parla dell’iPhone 3G

Walt Mossberg è il giornalista del settore tecnologico del Wall Street Journal ed è, inoltre, una delle poche persone che può recarsi nel quartier generale di Apple senza dover essere prima invitato. Se ricordate bene lo scorso anno fu tra i primi ad avere l’iPhone per poterlo recensire, probabilmente tra qualche giorno ne riceverà anche uno 3G, ma nel frattempo ha espresso la sua opinione al termine del Keynote di Steve Jobs.

Mossberg ha dichiarato che uno dei problemi più grandi che aveva l’iPhone 2G era la lentezza nell’EDGE per la navigazione web, ora questo problema è stato risolto con il 3G. La seconda grande soluzione è il taglio netto del prezzo che è passato da 399 a 199 $ (con contratto), ciò ne favorirà l’esplosione nel mercato. Il terzo punto di interesse individuato da Mossberg è la disponibilità dell’SDK per la creazione di applicazioni che possono coprire tutti i settori.

Il giornalista evidenzia anche le pecche per per ora non sono state colmate. Inizia con la fotocamera che resta da 2 Megapixel, si poteva fare di meglio assicura Mossberg. Poi cita la mancanza del copia/incolla e della possibilità di lavorare sui documenti di Office. Parla anche della necessità del supporto agli MMS, anche se gli sviluppatori riescono a risolvere queste mancanze con del software proprietario.

[via 9to5mac]

2 Comments

  1. La mancanza del copia/incolla è effettivamente grave. Per la fotocamera e gli MMS, boh, non vedo davvero il problema.
    Con i prezzi che abbiano vorrei davvero sapere chi manda tanti MMS da sentirne la mancanza e da non poter ripiegare sui servizi online dei vari operatori.
    E la fotocamera? Il mio umile Nokia 6234 ha la stessa risoluzione e fa foto niente male. Se avessi voluto una macchina fotografica mi sarei comprato una macchina fotografica. Il valore di un dispositivo non è proporzionale al numero di aggeggi che contiene, IMHO.

Cosa ne pensi?