Nuovi MacBook Pro, il blocco di alluminio si fa arte

Mesi e mesi di lavoro degli ingegneri Apple per creare una nuova tecnica di produzione con il fine di costruire i nuovi MacBook Pro. Si parte da un blocco unico di alluminio e si tolgono le parti in eccesso, il risultato è un portatile solido e leggero che misura 36,4 x 24,9 x 2,41 cm e pesante solo 2,49 KG. Lo schermo bordato di nero, come gli iMac, sono retroilluminati con i LED che permettono istantaneamente colori, luminosità e nitidezza con performance fino al 30% superiori.

Grande novità per il trackpad che ora non presenta tasti poichè, come dice Apple, “MacBook Pro non ha pulsanti perché diventa tutto un pulsante“. Ampio il 39% in più, ora è in vetro ed è multi-touch supportando fino a 4 dita contemporaneamente. Le nuove funzioni sono utilizzabili con le foto o i file multimediali, ma presto gli sviluppatori potranno sbizzarrirsi a creare programmi per sfruttare tutte quelle dita. La tastiera, invece, è retroilluminata e presenta i tasti leggermente curvati per accogliere i polpastrelli durante la scrittura.

Grazie a un accordo con Nvidia, è possibile trovare una scheda NVIDIA GeForce 9400M che permette performance 2,3 volte superiori della precedenza senza intaccare l’autonomia della batteria che si attesta a 5 ore. Completamente ecosostenibile, ha una nuova scheda logica e un nuoco chipset con processori fino a 2,53 GHz con Intel Core 2 Duo. Memoria da 2 o 4 GB, hard disk da 250 o 320 GB. Volendo si può richiedere un SSD da 128 GB.

Il prezzo è di 1.799 € con processore da 2,4 GHz e 2.249 € con quello da 2,53 GHz. Si può ordinare già da subito dall’Apple Store.

19 Comments

  1. scusate ma come si giustifica una differenza di 200 euro tra il macbook da 1499 e il macbook pro da 1799?alla fine cambia solo lo schermo!! aiutatemi che vorrei capire cosa acquistare

  2. a me lascia perplesso il glossy…proprio ora che mi ero detto: invece che l’iMac che ha quel problema perchè non mi prendo un desktop replacement MacBook Pro? detto fatto hanno tolto l’opaco.

    A sto punto o guardo a quanto mettono gli apr o la fnac i MacBook Pro “vecchi” (sia da 15″ che da 17″) che subiranno uno sconto notevole come al solito OPPURE se proprio devo prendere glossy prenderò l’iMac ma sarà una piccola tortura forse quindi devo valutare…Mi piacerebbe la tastiera retroilluminata anche sulle keyboard degli imac! però con i tasti in alluminio non neri…anche se immagini che in futuro avremo la tastiera degli imac nera retroilluminata

    (ps Kiro un giorno ti posto la foto della mia mansarda cosi capisci)

  3. Sarà, ma il glossy su un “pro”, non mi convince per nulla. Fedeltà dei colori (o chiamamola anche solo “percepita”) pari a zero.

    E la linea, così unificata, non mi piace per nulla.

    Nessuna più distinzione tra nessun portatile della linea. Bah bah bah…

  4. Bellissimo, solo che mi terrò il mio MACBOOK PRO fino a che non avrò imparato a usarlo come il buon vecchio PC.

    Complimenti per il blog e la LIVE chat!

    Michele

  5. lo scherzo degli schermi solo glossy sulla linea pro non dovevano farlo…..da professionista non so cosa fare io ci lavoro con il computer….per fortuna che lo attacco ad un display esterno il più delle volte ma farebbe piacere vederci chiaro anche on the move…..visto che è un portatile!!!!!!

  6. Pingback: Scusi che me lo porta un caffè? | Gioxx's Wall

Cosa ne pensi?