Mossberg recensisce anche il MacBook Pro

MacBook Pro

Dopo avervi riportato la recensione del MacBook fatta da Walt Mossberg, una delle sue collaboratrici mi ha scritto per informarmi che è stato recensito, recentemente, anche il MacBook Pro. A differenza del fratello minore, ritenuto il miglior portatile sviluppato da Apple, il MacBook Pro non sembra splendere più di tanto.

Secondo Mossberg, anche se il prezzo è rimasto invariato, non si sono fatti molti passi in avanti, anzi, in alcune cose i passi sono stati effettuati all’indietro. Come per le dimensioni che risultano del 4% più grandi, nonostante sia stato utilizzato l’alluminio e lo schermo LED come il suo predecessore. Il trackpad multi-touch, tra l’altro, anche se si è evoluto è più o meno quello utilizzato in precedenza.

Brutte notizie per i consumi. Se si utilizza la scheda grafica accessoria si potrà beneficiare di 4 ore di utilizzo, mentre con la configurazione standard 5 ore. Il giornalista del Wall Street Journal non ha effettuato una prova su strada, ma leggendo i pareri di MacWorld si capisce chiaramente che la resa è inferiore rispetto alla generazione precedente. Altro piccolo passo indietro è per lo schermo, ora disponibile solo lucido.

Mossberg conclude suggerendo di passare al nuovo MacBook Pro se si vogliono performance maggiori del MacBook o se si vuole abbandonare il mondo Windows. Per chi possiede già un MacBook Pro, invece, il passaggio sarebbe del tutto inutile.

[via allthingsd]

  • Rob

    Io sinora ho usato il pc di casa, ora sto decidendo di acquistare il mio prmo Macbook, ma dato che voglio uno schermo più grande del 13, credo proprio che acquisterò il Pro…faccio male secondo voi?

  • gastone

    anche io vorrei abbandonare windows, ma sono molto indeciso, adoro la maneggevolezza del 13 pollici, ma ho paura di perdermi qualcosa rinunciando al pro e inoltre non nascondo ché subisco moltissimo il fascino dell imac 24 del quale però temo un imminente aggiornamento. Che fare? Avete dei consigli per un malato del multitasking emule utorrent ed altro?

  • Stefano

    Certamente non è un cambiamento sconvolgente, è difficile che Apple faccia cambiamenti tanto radicali in una linea di portatili che continua ad avere così tanto successo. Però i miglioramenti ci sono, soprattutto a livello di schede grafiche, e con Snow Leopard (o magari con Leopard stesso ai prossimi aggiornamenti) verranno sfruttati a dovere. Discorso che vale anche per la durata della batteria e per il trackpad multi-touch.
    Il punto più critico, e su questo Mossberg ha ragione, è lo schermo lucido: sarà pure bellissimo in situazioni di luminosità ambientale controllata ma sarebbe stato molto meglio dare agli utenti la possibilità di scegliere.

    Io ho ordinato il mio MacBook Pro settimana scorsa, consegna prevista per il 5 ottobre.
    Vi saprò dire! (^_^)/