Dietro Psystar c’e’ una multinazionale che vuole attaccare Apple?

Come fa una piccola società nata in quest’anno ad affrontare spese processuali tali da resistere alla potenza dell’ufficio legale di Apple? Se lo stanno chiedendo in molti e tra questi molti naturalmente c’è anche Apple. Da Cupertino arrivano i primi sospetti che dietro Psystar ci sia in realtà una seconda società concorrente che alimenta gli avvocati.

Un complotto vero e proprio ardito per colpire la Mela dal basso e sperare che il giudice sleghi il legame Mac-Os X in modo da affossare il fatturato di Apple. Chi potrebbe essere questa società occulta? La storia si fa sempre più intrigante.

[via groklaw]

  • Sarebbe uno scenario davvero da film se fosse vero. Certo se si scoprisse una cosa del genere per la socità dietro sarebbe davvero un duro colpo.

  • Stefano

    succede sempre.

  • SlAiMeR

    è anche vero che se il malefico piano andasse in porto (cosa a cui franacamente credo molto poco) si innescherebbe un meccanismo concorrenziale che farebbe solo del bene alle nostre tasche..

  • Bhà insomma, portare al crollo del fatturato di Apple con la conseguente riduzione di posti di lavoro e denaro destinato alla ricerca non credo che farebbe del bene. Se poi si arrivasse alla chiusura della società voglio proprio vedere che fine fa Os X.

  • GG

    A me viene da pensare alla DELL. Insomma, chi è oltre lei che ha già chiesto varie volte ad Apple OS X in licenza (senza riceverla ovviamente), e in questo momento di crisi potrebbe guadagnarci un sacco se Apple fosse obbligata a concederla? A me sembra plausibile, perché non solo alla Psystar si stanno pagando gli avvocati, ma stanno continuando a vendere prodotti (e a sfornarne sempre di nuovi) malgrado nel caso che Apple riceva ciò che vuole dovrebbero ritirarli tutti e dare ad Apple il triplo del guadagno! Un rischio troppo grosso per una piccola società!