macbook-air-incidente-aereo

Nel mese di febbraio, un aereo della Turkish Airways cadde nei pressi di Amsterdam uccidendo 9 persone e ferendone 121. A bordo dell’aereo c’era anche un MacBook Air posseduto dal passeggero Sefer Baris. L’uomo fortunatamente è sopravvissuto, ma anche il suo computer non se la passa così male, anche se un po’ ammaccato.

Come racconta lo stesso Sefer: “Ero seduto al posto 7, a pochi passi dalla Business Class. Avevo di fronte il mio MacBook Air in cui stavo guardando un film. Quando l’aereo ha iniziato a perdere quota, ho chiuso il computer e messo in borsa. Pochi minuti dopo ci fu lo schianto“.

[via macenstein]

Unisciti alla conversazione

17 Comments

  1. Non mi sembra il caso di porre l’attenzione su un portatile sopravvissuto di fronte ad un incidente che ha visto perdere la vita a ben 9 persone.

  2. Sarà pur sobria ma ci va un minimo di sensibilità…un computer intatto di fronte a 9 morti sinceramente suscita un bel “chissenefrega”…

  3. Beh, quanto moralismo. E’ una notizia. I TG e gli inviati fanno cose molto peggiori. Piuttosto noterei l'”uccidento” che mi ha fatto sorridere 🙂 Sembra Abbatantuono.

    Saluti

  4. magari se anche l’aereo fosse stato unibody avrebbe resistito XD
    comunque non vedo proprio il caso di fare i moralismi per una notizia su un mac…-__-“

  5. non è una notizia da dare?
    9 morti e non se ne può parlare?
    Terremoto in abruzzo: Tutti gli italiani incollati alla tv e vogliosi di dare una mano!
    Terremoto in Afghanistan: Nessuno ne parla!

    Fino a ieri dicevo: Italiani razzisti e più importanti degli altri
    Oggi dico: un morto europeo più importante di un extracomunitario vivo!

    Per non parlare della nave con più di 150 extracomunitari a 25km da Lampedusa in stallo che attende la grazie per mano di Maroni!

    Il mondo fa schifo. perchè ci sono questi tipi di commenti, queste filosofie, questi pensieri.

    Ottimo articolo peccato per il macbook che non ne è uscito proprio benone!

  6. No…non è una notizia da dare…non è questione di moralismo,ma di rispetto per chi in quel viaggio ha perso la vita. Quel computer non ha alcun valore di fronte a 9 persone, cioè allora andiamo a cercare tra le macerie in abruzzo quanti prodotti apple hanno resistito. Cerchiamo di aver semplicemente rispetto per le persone anzichè osannare delle cose.
    Ultimamente è tanto, troppo, facile nascondere la superficialità e il menefreghismo con un bel “quanto moralismo!”
    @marcello: hai perfettamente ragione,tuttavia è chiaro che per un italiano ha piu rilevanza un terremoto in italia che uno in Afghanistan,semplicemente perchè lo riguarda direttamente, non che questo sia corretto,ma se un tg deve scegliere che notizia dare prima di diventare un bollettino delle disgrazie, opta per notizie nostrane…

  7. tutto falso moralismo!Non credo che il sito stia speculando sulla morte dei 9 passeggeri ne stia anteponendo il valore della vita umana ad un insignificante particolare!le grandi tragedie sono fatte anche di piccole sfumature ed è doveroso testimoniarle!guarda caso un sito che parla di apple raccoglie questa testimonianza pertinente!il fatto che vi siano state delle morti non preclude il fatto di giudicare l’accaduto da un punto di vista tecnico!gli stessi aerei su cui viaggiamo ogni giorno sono più sicuri perché qualcuno ha fatto tesoro degli incidenti, raccogliendo informazioni per prevenirne di nuovi!
    se fossi il proprietario del portatile lo metterei in bella vista sulla mensola di casa per testimoniare quanto clemente sia stata la sorte quel giorno..
    senza andare troppo distante da casa vi sono un’infinità di tragedie di cui curarsi o interessarsi quindi i signori che con tanta presunzione si sono preoccupati nel spendere tempo ed energie nel criticare potrebbero spendere altrettanto tempo per cause più nobili e sicuramente più utili!

  8. Adesso il fatto che il mac abbia resistito ad un incidente aereo, a me ha fatto sorridere. Ma poi succede sempre così… Secondo la tua teoria Luca, non si devono dare più notizie di questo genere, perché ogni giorno al mondo muore almeno una persona. E’ come dire: Guarda, l’iphone è caduto e non si è fatto niente… e tu rispondi: non mi sembra il caso di ridere, uno oggi è caduto e si è rotto le ossa. Basta, si sorride. Punto.

  9. Marco sei un deficiente. L’iPhone cade a Roma, a Tokyo muore una persona, non c’è relazione.

    Cade un aereo, nello schianto muoiono 9 persone e il MacBook Air non si rompe del tutto. Kiro fa l’articolo per esaltre la robustezza del portatile.

    Non avete cervello.

  10. @sharp: falso moralismo sarà il tuo…ci va rispetto.punto. che il computer sia robusto lo si sa,ed è dimostrabile portando altri esempi. Poi è una mia opinione,sicuramente va a sensibilità ed io trovo che in questo articolo non c’è rispetto per quelle 9 persone perchè passano in secondo piano rispetto alla notizia del computer. Scusatemi ma non sarebbe di cattivo gusto scrivere un articolo sull’abruzzo esaltando un prodotto apple sopravvissuto?! certo che si impara dagli errori e dai resoconti,ma è compito dell’azienda costruttrice,non nostro.
    @marco:con tutto rispetto un conto e parlare dello stesso incidente,un conto è parlare di tokyo e roma…

  11. Luca, sull’abbruzzo i giornalisti hanno fatto cose peggiori. E se tra 2 mesi fanno un servizio al TG estraendo un mac o qualsiasi altra cosa funzionante da sotto le macerie, credimi, lo mandano in onda.

Leave a comment

Cosa ne pensi?