Ci si chiede se l’iPhone sia utilizzabile realmente come navigatore satellitare da auto. Me lo sono chiesto anche io e per tale motivo ho provato il programma Sygic Mobile Maps Europe. Avrei voluto fare un confronto anche con il Navigon, ma purtroppo quest’ultima società non ha voluto. Premetto che non ho creato una recensione video perchè su YouTube ne trovate molte, quindi mi limiterò a segnalarvi le mie considerazioni.

Il Sygic Mobile Maps Europe contiene tutte le mappe di Tele Atlas aggiornate per la maggior parte dei paesi europei, tra cui Italia, Gran Bretagna, Germania, Francia, Irlanda e altre. In totale copre 36 nazioni sfruttando 15 guide vocali nelle rispettive lingue. Per l’Italia c’è la voce di Danielle (curioso un nome francese) e durante la navigazione la guida apparirà molto umana e per nulla robotica. Qualcuno ha scritto che la guida vocale è piuttosto chiacchierona, ma a me non è apparsa per nulla così anzi, avrei voluto qualche informazione in più durante il viaggio.

Durante la prova ho utilizzato un iPhone 3Gs e credo che sia la scelta migliore, con il 3G sarebbe un po’ difficoltoso. Il redering 3D delle strade, infatti, richiede una bella dose di potenza. Ho notato che durante la navigazione il cursore che indica la nostra auto è in ritardo di circa 1/2 secondi sulla reale posizione. Probabilmente il problema è il GPS che superando i 100 Km/h ha difficoltà a starci dietro. A volte ho anche notato perdite improvvise di segnali e errori di posizionamento. Sempre colpa del GPS che a volte mi segnalava su una strada adiacente quella di percorrenza, portando il software a ricalcolare il percorso.

Sempre in riguardo il calcolo del percorso, il software impiega circa 5 secondi per trovarne uno nuovo e a volte non indica la strada più veloce. Questa è una cosa che ho notato conoscendo bene le strade dove abito, ma non credo salterà all’occhio se vi dirigerete verso mete sconosciute. Durante la guida sarà possibile avere la segnalazione audio/video di autovelox o del superamento dei limiti di velocità. Per quest’ultimo caso, però, avrei preferito anche un rimprovero dalla voce guida e non un semplice segnale sonoro.

Ho effettuato varie prove per mettere sotto stress il programma. Ho attivato la musica dell’iPod durante la navigazione ed effettuato chiamate. In entrambi i casi la navigazione scorre senza problemi ed uscendo e rientrando nel programma il percorso riprenderà come se non l’avessimo mai interrotto. Naturalmente se effettuate chiamate lunghe dovrete fare a meno del navigatore, perchè nell’iPhone non si possono fare entrambe le cose, il display è uno solo. Altra pecca del telefono è lo speaker. La voce è alta ma se ascoltate l’autoradio finirete per non sentirla, per tale motivo vi conviene trovare qualche metodo per collegarlo all’impianto della macchina. Altro aspetto negativo dell’audio è la gestione musica/voce guida. Mi aspettavo un abbassamento graduale della musica quando la voce guida aveva qualcosa da comunicarmi, invece si sovrappongono.

La gestione dello schermo è da migliorare. Nelle impostazioni ci sono alcune funzioni per il risparmio energetico per far spegnere lo schermo mentre si guida. Però la gestione non è molto buona. Se si sceglie il risparmio energetico, infatti, lo schermo si spegne e non si riaccende se non lo farete voi manualmente, anche se la voce guida continuerà a darvi indicazioni. Mi sarei aspettato una riaccensione automatica all’apparire di informazioni importanti, come svolte o incroci. L’unica soluzione è impostare lo schermo su acceso fisso per evitare spegnimenti fastidiosi. Ciò porta, naturalmente, a un consumo eccessivo della batteria.

Secondo le mie prove, infatti, a schermo acceso 30 minuti di navigazione richiedono circa il 18% della batteria. Per tale motivo è consigliato l’acquisto di un caricabatterie da auto. Per il resto non ho note da aggiungere: le funzioni sono abbastanza appropriate, i POI gestiti bene, l’interfaccia grafica coerente anche se non capisco perchè hanno cambiato la tastiera QWERTY di base con una scomoda e piccola tastiera nera.

Per concludere il programma è ottimo per le emergenze, ma scomodo per gli usi intensivi. Il prezzo di vendita di 80 €, alla luce di queste considerazioni che spero siano colmate con i prossimi aggiornamenti, mi sembrano eccessivi. Dopo la mia prova mi sono reso conto che l’idea di TOMTOM di creare una base con potenziamento del GPS, speaker integrato e caricabatteria è la più azzeccata di tutte. Ma per provare quel software dovremo attendere settembre.

Join the Conversation

11 Comments

  1. Concordo con la recensione. A differenza del Navigon, che ho anche provato ed è fantastico, siamo distanti anni luce. Non prende il segnale e quando lo prende non funziona a dovere. Non compratelo!!! Al massimo… appulo.us. ihihihihihih

  2. l’idea di tomtom è adeguata, ma bisogna vedere se lo sarà anche il prezzo…

    se la combinazione di car kit + mappe italiane si avvicinerà ai 100 euro non sarà per niente interessante visto che a quel prezzo si acquista un navigatore stand alone ovviando così al problema della gestione delle chiamate durante la navigazione

  3. grazie per la recensione,peccato non aver potuto fare una comparazione con il prodotto di navigon.

    1. @Ale: “Durante la guida sarà possibile avere la segnalazione audio/video di autovelox o del superamento dei limiti di velocità”. Li ha di base 😉

  4. io l’ho preso ma è una delusione: mappe non aggiornate (almeno nella mia zona) lentissimo (ho il 3GS), grafica scarna e colori infelici, indicazioni a volte completamente errate. speriamo in un aggiornamento.

Leave a comment

Cosa ne pensi?