Sondaggio: usate l’unità ottica del vostro computer?

Ricordo quando Apple eliminò il lettore di floppy disk dai suoi computer e delle lamentele da parte di molti mac user. Ma la società aveva visto lontano, perchè quel tipo di supporto era destinato all’oblio. Probabilmente tra pendrive, schedine di memoria e servizi on line, anche i DVD stanno perdendo la loro funzione.

Quindi il sondaggio di oggi vi chiede se fate ancora uso dell’unità ottica del vostro computer. Non è da considerare superata?

Usate l'unità ottica del vostro portatile?

View Results

Loading ... Loading ...

25 Comments

  1. secondo me si arriverà al punto che i supporti ottici verranno rimpiazzati da pen drive usb (3.0)..in un futuro potranno costare molto meno di dvd o cd di ogni tipo..chissà!

  2. Io la vorrei abolire e fare spazio a pen drive e hard disk esterni. E inoltre far capire alla gente che i blue ray sono una invenzione venuta troppo tardi, che a molti sembra interessante, ma che a me fa ribrezzo. Cavolo nel 2010 parliamo ancora di supporti in sola lettura, nell’era in cui ci sono hard disk di 120 gb piccoli quanto un pacchetti di sigarette. E la sony ci presenta una boiata del genere… Pensare al futuro please…

  3. si ma non è che le SH possono venderti un gioco per ps3 in un hard disk grande quanto un pacchetto di sigarette…

  4. Io sinceramente credo che non scomparirà così tanto presto..certo è che i supporti ottici sono superati, BlueRay incluso. Ma il problema sta nella distribuzione, al momento è l’ unico tipo di supporto utile a una distribuzione decente dei contenuti al grande pubblico. Secondo me assisteremo a una scomparsa dei supporti ottici solo quando finalmente le reti internet saranno veramente ad alta velocità nella maggior parte del globo e allora ci sarà un modo valido e veloce di far arrivare i prodotti direttamente a casa e i supporti ottici diventeranno superflui per poi scomparire…

  5. Silvio, mi dispiace ma devo contraddirti. Il volume di un blue ray e molto più piccolo di un pacchetto di sigarette, pur avendo uno storage di 50GB. è chiaro, essi non sono riscrivibili, ma non toglie il fatto che siano dei buoni prodotti. In fondo, sono usciti più di 2 anni fa!
    Tuttavia anche io sono dell’idea che nel giro di pochi anni saranno obsoleti, visto l’ingente mercato degli HDD e dei dischi flash, che oramai contengono anch’essi più di 128GB in uno spazio ridottissimo, consumando pochissime risorse pur avendo grandi prestazioni.
    Comunque tra qualche anno vedremo!

  6. Anche se bluray è un supporto recente non credo che durerà molto.
    Un domani credo che vedremo i film e useremo software scaricandoli da internet oppure acquistandoli su memorie SDHC… al momento siamo arrivati a capacità strabilianti. Ma non siamo ancora alla fine dello sviluppo.

    E pensare che una volta su quei dischetti ci stavano al massimo un mega e rotti kb, mentre ora su una SDHC possiamo salvare anche 64gb di roba….

    Appena si abbatterà il costo Dell sdhc vedremo suite di software come FINAL CUT STUDIO su una sola SDHC anzichè su 3 o 4 DVD……

  7. Beh, se non volete avere il DVD drive, potete toglierlo e magari aggiungere un HD al suo posto. Non è un hack difficilissimo da realizzare, però rende invalida la garanzia Apple.

  8. Riku:
    un software non può pesare più di 10 gb almeno che non sia qualcosa di professionale dove i costi sono l’ultima cosa a cui si pensa. I chip per pendrive costano 1 euro ognuno ormai, da 8 gb (ormai è il minimo, quelle di inferiore capacità sono solo i resti). I prezzi di 10 o 20€ sono solo le speculazioni, che sono però fisiologiche per creare un minimo di concorrenza e di competizione fra prezzi. La masterizzazione tramite duplicatori dei dvd ha alla fine lo stesso costo di un piccolo chip per pen drive.

  9. Mah per chi come me lavora con grandi quantità di dati che deve poi dare ai vari clienti il dvd è ancora un supporto insostituibile. Per l’archiviazione invece sono daccordo che sia superata. I bassi costi delle unità di registrazione interna hanno contribuito notevolmente all’abbandono dei cd per archiviazione

  10. Personalmente non lo uso tanto, al contrario a lavoro rimane ancora importante.
    Giusto un mese fa, per un incontro in cui veniva distribuito materiale pubblicitario, ho dovuto masterizzare 200 cd circa!
    Ma a casa lo uso veramente poco, ormai uso quasi sempre le chiavi di memoria.

  11. Rimosso infatti, ma lo tengo in usb per quel paio di utilizzi all’anno.. SSD + HD al posto del masterizzatore è il massimo per ora!

  12. Avevo letto tempo fa un articolo su internet dove spiegavano che erano stati inventati nuovi gruppi ottici che superavano di lunga la capienza dei bd. Non credo che le aziende finanzino queste ricerche se si crede che siamo vicino alla fine delle unità ottiche.
    Credo anche che unità di sola lettura siano il miglior modo per un’azienda di fornire i loro programmi.

  13. non vorrei dire, ma se voglio guardare un dvd sul macbook come dovrei fare? E’ chiaro che come utilizzo di dvd vergini non ce se ne fa più nulla..

  14. premesso non sono utente mac (sigh) 🙂 cmq anche con il mio netbook non utilizzo più unità ottiche da tempo. installer, backup in rete e chiavette usb riescono, nel caso mio, a fare tutto il lavoro.

  15. Io credo che quando Apple si deciderà a mettere sul mercato il prossimo Mac OS X su pen drive invece che su DVD le unità si potranno bellamente toglere. Le chiavette USB sono 40 volte capienti di un DVD da 4,7 gb, siamo nell’era della USB 3.0 degli hd da terabyte le unità servono ma relativamente. Io la uso solo per copiare la musica con iTunes, installare Snow Leopard e ogni tanto creare qualche iso avviabile per i pc che aggiusto. Tutto li.

  16. Io uso poco l’unità ottica e preferirei vedere dei portatili che pesano 2-3 etti in meno. Detto questo, lo ritengo ancora un formato di memorizzazione utile in ambito aziendale e per la distribuzione.
    Certo è che potrebbero iniziare a distribuire musica e film su schede SD: alla fine un cd sta in una scheda da 1GB ed un dvd in una da 4-8 GB, con costi anche di imballo e trasporto sempre più bassi.

  17. allora…per quanto mi riguarda oramai il supporto ottico ha ragione di esistere solo per via del bluray (su diversi siti si trovano le iso dei bluray ma 38gb per un film mi sembrano esagarati per il download) quindi penso che fin quando non riusciremo TUTTI a scaricare 10-20mb al secondo il digital delivering rimanga ancora un utopia…però spero che presto si possa arrivare ovviamente…

    poi lo storage…io ho diversi film mkv (sono un amante del cinema in hd lo so) che sono tra i 5 e 15 gb piu diverse serie tv con ogni stagione intorno ai 15-20gb sarebbe un salasso non avere dvd e dvd dual layer per l’archiviazione…mi costerebbero un sacco avere hd solo per mkv…non so se ve ne rendete conto..90euro per 500gb sono tanti…

  18. Il vero problema di questa “lentezza” di messa in commercio di nuove tecnologie è la troppo lenta reazione degli acquirenti. Vige un troppo forte “horror emendi”, si ha sempre paura di essere truffati all’ortofrutta sotto casa, si rendono prodotti per un dead-pixel e si vive in un sacco di luoghi comuni (a volte fondati, molto fondati) sulle case produttrici di ogni oggetto (banane comprese). Uno degli aspetti che influenza, molto spesso, l’acquisto di un prodotto (tecnologico per lo più) sono le dimensioni: televisori sempre più piatti, macchine fotografiche sempre più compatte, lettori multimediali (pessimo nome per generalizzare gli iPod) sottilissimi che leggono anche la mano fra un po’ (della serie che sono in grado di “leggere” formati ignoti ai più) e computer sempre più gracili. Ora, pensiamo ad un dvd/cd/bd… hanno almeno tre caratteristiche pessime: fragilità, voluminosità della confezione (ok esistono quelle che contengono un numero imprecisato di cd, ma sono ingombranti lo stesso) e soprattutto la lentezza! Aggiungiamo che sono in vendita, più che pendrive, schede SD (di ogni genere) estremamente compatte, capienti, veloci e comode da trasportare, ma per la visione comune sono solo per macchine fotografiche o al massimo per telefoni cellulari con memoria espandibile; e quando dico “visione comune” intendo il 90% degli acquirenti di quelle schede che, non usano le schede solo per le macchine fotografiche perché frutto di una loro scelta, ma perché viene imposto loro: la stragrande maggioranza dei computer in commercio non ha il card-reader integrato e soprattutto vengono vendute solo schede vergini. Considerando inoltre che tutto quello che è il mondo della sfera tecnologica va a braccetto con le case discografiche e cinematografiche, e che non si può tenere sul mercato troppi dispositivi di storage: finché le masse non si adattano a device che sono in grado di leggere i supporti con i contenuti multimediali in vendita, non si potrà fare realmente questo salto. (mi scuso per la premessa pressoché infinita e alquanto contorta!) Aggiungo per controbattere all’obiezione di store come l’iTunes Store stesso: è vero che una buona fetta di mercato digitale è data allo store di Cupertino, ma non è ancora abbastanza, anche se un vero slancio lo si ha avuto con le GiftCard non è ancora sufficiente.

  19. Se si parla di contenuti multimediali da acquistare allora ci dobbiamo rendere conto che in realtà noi non acquistiamo mai i contenuti stessi (musica e film) ma solo il diritto di ascoltare/vedere gli stessi. Mi auguro che in un prossimo futuro non ci sarà nemmeno bisogno di acquistare i supporti con i contenuti e/o neppure i supporti dove mantenere una copia degli stessi. Cioè mi auguro che un giorno semplicemente potrò pagare per ascoltare e vedere, on-demand tramite la rete, ma senza preoccuparmi di HD, DVD, BD, SD, e compagnia bella.

    Perchè? Innanzitutto per aver accesso a una collezione di musica e film infinitamente più vasta di quella che potrei comunque archiviare. Secondariamente, per non dover più occuparmi di formati, modalità e hardware di archiviazione (con i costi ed il tempo connesso). In fondo l’idea di “possedere” musica (vinile, cassette, CD, mp3, ecc.) ha meno di 150 anni, e “possedere” film meno di 60 (16mm, super 8, video cassette, DVD, mpg, ecc.). Perchè quindi non cambiare questo paradigma con uno nuovo?

  20. @Quinto mondo: per la storia che si acquisti il diritto di visione/ascolto e non il contenuto ti quoto completamente e lo avevo ribadito pur’io in un commento ad un post precedente; nel mio commento di prima dalla fretta/esasperazione di quanto ho scritto sono stato un po’ impreciso 😛

  21. Sull’mbp ormai non lo uso piu’ sull’imac abbastanza. Diciamo che nei portatili ha perso molto senso. Infatti stavo pensando di metterci un secondo HD al suo posto

Cosa ne pensi?