Adobe scriverà il plug-in Flash in Cocoa

A quanto pare le lamentele di Steve Jobs nei confronti di Adobe stanno portando altri frutti. Dopo la dichiarazione di Kevin Lynch, CTO della società, di voler migliorare il plug-in di Flash, ora arrivano i fatti. Apple e Adobe, infatti, starebbero collaborando per migliorare questa tecnologia.

Lo rivela un ingegnere di Adobe. La prossima versione del plug-in userà la tecnologia Quartz 2D con Core Graphics e parte dei compiti saranno affidati a Core Animation che è scritto in Cocoa, un linguaggio di programmazione proposto da Steve Jobs sin dall’inizio.

I risultati di questa ottimizzazione porta, almeno al momento, a un consumo di CPU inferiore al 30% rispetto la versione attuale. Attenderemo impazienti di scaricare la nuova versione.

[via kaourantin]

12 Comments

  1. Non capisco perché MS segue passo passo le politiche di Apple. Se volesse dare una scossa al mercato o quantomeno un’alternativa agli utenti, dovrebbe prendere strade differenti. Invece Redmond fa il verso alla mela… mah!

  2. Resta il fatto che Steve Jobs sia uno squalo.

    In senso buono: in fondo è un bene per tutti che Adobe migliori i suoi prodotti.

    Però è incredibile come lui ottenga sempre ciò che vuole!

  3. La mancanza di flash è OGGI un limite oggettivo per chi vuole navigare in rete. Ecco, con l’arrivo dell’iPad, con la sua vocazione internettiana, finalmente dovrebbe essere anche interesse di Apple, e non solo di Adobe e di noi internauti, avere flash su piattaforma iPhone OS. Speriamo che questa volta anche tanti utenti possano ottenere quello che vogliono. Flash, pleaze!

  4. fortuna che Jobs si sa impuntare! Dai ammettiamolo, flash fa veramente schifo: lento, dispendioso e crash a non finire (non solo su Safari).
    Sono contento che Adobe si stia dando da fare finalmente (potevano pensarci all’uscita di iPhone)

  5. Com’è, dopo tutte le crociate fatte dai fanboy apple che Flash non serve a nulla, adesso siete impazienti di scaricarlo? Quanta ipocrisia.

  6. @davidoff: Flash fa schifo su piattaforme Apple, su tutto il resto è più che decente. Inoltre la nuova 10.1 sarà accelerata in hardware quindi c’è proprio poco da criticare. Non è che quello che non possono avere gli utenti Apple fa schifo a prescindere. In realtà è la politica Apple che è eccessivamente vincolante per sviluppare qualcosa di decente in modo cross platform. Ecco che per portare Flash su iPhoneOS bisogna riscriverlo, quando per il resto delle piattaforme è quasi pronto. Non facciamo sempre dei limiti di questo abominio tecnologico una feature, perchè non lo è.

  7. Comunque passatemi questo post: Adobe è un’azienda del cazzo, perchè da quando è uscito l’iPhone non ha fatto altro che criticare Apple per non avere implementato il suo plug in; ora con l’iPad la stessa cosa. Poi (probabilmente perchè si sta rendendo conto di star perdendo uno dei clienti più importanti) tutto d’un tratto decide di mettersi all’opera e riscrivere il codice in cocoa… Dico: questo si chiama OPPORTUNISMO schifoso..
    Meno male che zio Steve gli ha dato degli scossoni, sennò a quest’ora nell’azienda erano ancora con le mani in tasca, in contemplazione del mondo intero utilizzante il suo software (del kaiser).
    Io dico un “grazie ad Apple per aver tenuto botta a tutte le critiche subite, e per aver, ancora una volta, dimostrato di essere lei a dettare le regole!”

    W?!

  8. Uhm, forse Jobs ha capito che nel mondo quando domini il ercato con un prodotto, fai quello che vuoi, e gli altri si devono adeguare.

    Ha usato iPhone OS per arrivare a prendere Adobe per le palle.
    Adobe non vuole perdere Flash, e farà di tutto pur di migliorare Flash.

    Però è veramente triste che si debba arrivare a queste cose per ottenere quello che si vuole, anche se quello che si vuole è il bene di tutti.

Cosa ne pensi?