Bing eliminato dall’App Store

Tecnologia italiana e capitale americano hanno portato Bing dov’è oggi. Un motore di ricerca semantico finanziato da Microsoft. Bing, a differenza di Google, effettua ricerche intelligenti creando un filo logico tra le parole inserite nel campo di ricerca, in modo da scartare i risultati non inerenti.

Questa tecnologia riconosce solo le parole inglesi, forse per questo motivo Apple lo ha cancellato dagli App Store dei vari paesi eccetto quello americano. Sembra la spiegazione più logica al momento.

Secondo alcune voci, invece, Bing è destinato a diventare il motore di ricerca di base di Safari Mobile. Ipotesi avvalorata dai recenti screzi tra Apple e Google. Considerando che Big G firma un assegno da 100 milioni di $ annui per essere lì, forse è un’ipotesi da scartare.

[via iSpazio]

4 Comments

  1. Google sborsa 100ml ad Apple???? Ma non dovrebbe essere l’opposto?? Dopotutto è Apple che utilizza il servizio, non l’opposto… Boh, mistero

  2. Si, ma è Apple ad usufruire dei suoi servizi!!
    Nulla è gratuito, soprattutto in quell’ambito

Cosa ne pensi?