Foxconn chiama un esorcista per fermare i suicidi nelle fabbriche

Ricordate il suicidio del dipendente di Foxconn di qualche mese fa? La società lo mise sotto pressione per aver perso un prototipo dell’iPhone, forse lo stesso prototipo trovato in queste settimane. A distanza di mesi, però, sono morte tante altre persone nelle fabbriche cinesi di Foxconn. Negli ultimi tre mesi sono morte 8 persone.

L’ultima è una donna che si è gettata da un parapetto per motivi riconducibili a problemi personali. La società dichiara che il tasso dei suicidi è nella media nazionale, ma i familiari delle vittime e la stampa stanno premendo per far si che questo flusso di morti venga fermato. Così qual è la soluzione trovata dalla società? Un esorcista.

Terry Guo, presidente di Foxconn Group, ha dichiarato che la società assolderà un monaco delle Wutai Mountain per pregare e scacciare le negatività sulla fabbrica e negare al maligno il suo tributo di sangue. Avrei preferito qualcosa di più istituzionale.

[via digitimes]

5 Comments

  1. Leggendo anche di altri accadimenti in Cina (vedi le stragi nelle scuole) credo che le psicosi occidentali, tipiche del nostro secolo, si stiano affermando anche in Cina. Solo che in quell’immenso è tutto più grande, anche queste cose.

  2. Beh non è così fuori dal mondo come soluzione… se la gente che lavora li dentro è culturalmente abituata a credere a queste cose… il monaco potrà avere il suo influsso psicologico positivo verosimilmente.
    E’ sbagliato cercare di capire la questione dal nostro punto di vista.. poi è chiaro, in parallelo a questa soluzione ci dovrebbero essere delle indagini degli organi preposti.

  3. Pingback: Foxconn indaga sui suicidi nelle fabbriche assumendo un esorcista « The Apple Diary

Cosa ne pensi?