Il manager di Photoshop: avrei creato la migliore applicazione per l’editing per iPad

Continua la campagna di Adobe contro Apple. Dopo aver visto la pubblicità che da qualche giorno capeggia in alcuni siti di elettronica, questa volta l’affondo arriva da John Nack, product manager di Photoshop.

Ho voglia di creare la migliore applicazione per le immagini per iPad. Qualcosa che il mondo non ha mai visto prima“, si legge nel suo blog, “ma potrò farla? Chi deciderà se potrò?“. Le sue domande sono chiaramente riferite ad Apple e alle sue politiche restrittive per l’App Store.

La mia decisione di parlare pubblicamente di queste mie preoccupazioni modificherà la produzione di applicazioni? Non lo so. Ma si può immaginare un mondo dove criticare Microsoft porterebbe alla distruzione della applicazioni per Windows? E’ quasi impensabile, ma eppure è questa la posizione in cui l’App Store di Apple ci sta portando“.

[via MacNN]

5 Comments

  1. O_o l’imparzialità regna sovrana da Adobe. Si accorgono alla 4 generazione delle politiche restrittive, inoltre voleva crearlo con flash?
    Al signore qui sopra posso solo dirgli , non si preocupi ci penserà qulcun’altro.
    Spero che prima o poi la Apple faccia una suite simile alla CS così l’adobe farà la fine del suo flash.

  2. E’ quando leggo questo tipo di commenti che mi cadono le braccia e mi viene voglia di smetterla di leggere i commenti nei blog italiani.
    Il tipo dell’articolo (John Nack) ha perfettamente ragione e questo e’ un tema che va oltre la diatriba Adobe-Apple. Moltissimi sviluppatori iPhone/iPad sono infatti preoccupati almeno quanto lui nel creare applicazioni particolari perche’ le politiche di approvazione di apple non sono per niente chiare e quindi io potrei investire 5-6 mesi di sviluppo (il tempo minimo necessario per fare una vera applicazione) e poi vedermi negare l’approvazione da apple. Non mi sembra quindi che come topic sia sbagliato, inoltre era inserito all’interno del discorso della presunta “liberta’” sbandierata da apple che sta diventando (o forse lo e’ gia’ diventata) peggio di microsoft (e ve lo dice uno che ama i prodotti apple).
    Sono lontani gli anni in cui apple “lottava” contro il mondo orwelliano di 1984.

    Demetrio

    P.S.: la frase finale del commento sarebbe da ignorare ma cmq dico la mia: preferire, anzi sperare, il monopolio alla libera competizione e’ vergognoso

  3. @marco: ma che discorsi fai? è come dire, speriamo che la FIAT faccia una macchina come la FERRARI, così tutti possono avere qualcosa che somiglia ad una FERRARI! ma dai… è evidente che non hai mai usato un prodotto adobe! (perchè se lo avessi fatto, sicuramente li avresti installati pirata… ma con appstore potresti farlo?) Allora, chi ti da più libertà? Non l apple, che da prodotti perfetti, ma non liberi (sopratutto se non puoi permetterteli) Chi fa prodotti per un’elite di facoltosi, non produce tecnologia libera, ma schiavi! Che sia inteso, che non sto criticando i prodotti, ma la politica aziendale a mio avvsio discutibile!

  4. Ad ognuno il suo Apple fa prodotti utili intuitivi e facili da usare come il pacchetto Ilife, e anche a prezzi accessibili…. Ma se si vuole fare un sito VERO bisogna appoggiarsi a professionisti nel settore… e Adobe al mio avviso e il Top. Non riesco neanche ad immaginare cosa potrebbe realizzare adobe per l’ipad. Poi è una diatriba che penalizza entrambi, perchè Adobe fa i prodotti per i professionisti, e apple fa le macchine per poter utilizzare al meglio questi software. Da che mondo è mondo, ogni grafico o web master che utilizza la suite Adobe prima o poi passa al Mac… per ovvie motivazioni. Spero che prima o poi riescano ad risolvere la questione

  5. @kasuga

    passa al Mac… per ovvie motivazioni

    > Prime fra tutte la pigrizia!:)
    Apple è riuscita in questi anni ad invertire il proprio paradigma. Da leader del settore (di nicchia) dei professionisti che rielaborano o creano contenuti multimediali a leader del settore mainstream (parlo di immaginario, non di numeri), grazie alla facilità d’uso delle interfacce. Non so cosa accadrà se non ricucirà con Adobe che è rimasta l’unica casa a occuparsi di questo genere di sw a tutto tondo. La mela potrebbe diventare una versione più fighetta e chiusa-blindata-inaccessibile di quel che fu Microsoft e qualcuno prenderà il suo posto da leader fra i creativi.
    Ma chi?

Cosa ne pensi?