Le mie impressioni sull’iPad

Custodia parte esterna

Immagine 1 di 4

iPad

Uso da anni l’iPhone. Ho avuto il modello 3G, ho il 3GS e molto probabilmente avrò il 4G. Quindi in teoria dovrebbe essere abbastanza semplice parlare di iPad, il nuovo tablet di Apple, ma credetemi, non lo è. L’iPad non è un iPhone ingrandito come molti hanno detto in questi giorni, è un vero e proprio passaggio generazionale. Non tanto per il sistema operativo che, come saprete, è Os X Mobile, ma per le opportunità che sopraggiungono con uno schermo così ampio. Immaginate un iPad come un pezzo di terra fertile. Le sue caratteristiche sono uniche per composizione, ma starà a voi seminare le sementi giuste (le applicazioni) per trarne i frutti migliori.

L’iPad è essenzialmente una via di mezzo tra un iPhone e un MacBook. Steve Jobs aveva detto bene durante il suo Keynote e averlo tra le mani ricorda esattamente le sue parole. Chi pensa di sostituire il suo laptop sbaglia a prenderlo, chi pensa di sostituire il suo iPhone sbaglia a prenderlo, chi pensa di acquistare un computer sbaglia a prenderlo.

Tra le mani risulta molto solido grazie anche al suo case in alluminio. Per i deboli di braccia risulterà anche un po’ pesante rispetto alle dimensioni che, in realtà, immaginavo più generose. Non che sia un difetto, per carità, la portabilità è fatta di giuste proporzioni. Lo schermo è molto luminoso e toccare la sua superficie è una goduria. Il trattamento oleofobico, però, dovrebbe essere migliorato perchè le ditate a schermo spento si vedono tutte. Qualche settimana fa un giornale italiano pubblicò un video in cui si mostrava la leggibilità al sole. Bhè posso dire che, nonostante la tecnologia IPS per una lettura efficace ad ogni angolazione, la lettura al sole non va bene, lo schermo riflette.

Il sistema operativo è velocissimo. Si preme il pulsante sleep e si accede, lo si preme e si spegne. Tutto questo evita la lunga attesa di avvio dei normali portatili, rendendolo uno strumento pronto all’uso in ogni istante. Onestamente mi sarei aspettato più memoria RAM. 256 MB credo non siano molti per un sistema che, con l’arrivo del multitasking con il firmware 4.0, sarà avido di risorse. Il freno alla RAM si sente, per esempio, nel caricare molte pagine con Safari. Non avendo molta memoria di cache quando si ritorna a una pagina caricata in un’altra finestra questa sarà ricaricata. Piccolezze, se avete 1 secondo di pazienza chiuderete un occhio.

La tastiera virtuale è abbastanza grande, ma non avendo la risposta fisica del tasto dovrete sviluppare un po’ di abitudine. Credo che al momento non sia ideale per scrivere romanzi, ma non credo che abbia questo obiettivo. Per messaggi, scrittura di documenti di poche pagine, email e altro va più che bene ed evita di dover pulire dei tasti che con il tempo possono consumarsi. La disposizione delle icone nelle varie pagine, invece, pensavo fosse più dispersiva. All’occhio invece sembra tutto ordinato. Grazie a uno schermo da 9,7″, l’iPad permetterà di avere 1 fila in più per ogni pagina e 2 spazi in più sul dock rispetto all’iPhone. Anzi, vi dirò di più, se usate l’iPad per qualche ora e tornate ad usare l’iPhone, quest’ultimo vi genererà una strana sensazione. Sembrerà quasi che le sue dimensioni si siano ridotte rispetto a quelle avvertite in precedenza, come se fosse diventato un piccolo dispositivo e non uno smartphone con uno schermo da 3,5″.

Il firmware 3.2, rispetto al 3.1.3 dell’iPhone, ha molte funzioni in più. Per esempio c’è il correttore delle parole, la possibilità di sostituire un termine con un altro, il dizionario (in inglese) e altre piccolezze. Credo che la società avrebbe dovuto rilasciarlo anche per iPhone, ma poi ha preferito attendere direttamente il 4.0. Come saprete, infatti, la nuova versione del firmware sarà rilasciata prima per iPhone e dopo qualche mese sull’iPad.

La lettura dei libri è abbastanza soddisfacente. Qualcuno si poneva il problema di vedersi affaticata la vista dopo molte ore di lettura ma, ragazzi, io mi affatico la vista dopo molte ore di lettura anche se leggo un libro di carta. L’iBookstore permette, fortunatamente, la sincronizzazione dei libri importati in iTunes, perchè nello store di libri italiani non ne vedo. Purtroppo credo che gli editori nostrani non vogliano pagare il 30% di commissioni ad Apple. Temo che una nutrita scelta di libri in italiano possiamo scordarcela per un bel po’ di tempo. Per quanto riguarda le riviste, invece, le prime testate iniziano ad apparire, ma attualmente sono essenzialmente PDF arricchiti. Qualcuno ha anche integrato video e gallerie di foto, ma sono cose da migliorare. Credo sia solo questione di tempo.

L’App Store, perfettamente accessibile dall’interno come l’iTunes Store, attualmente ha quasi 5.000 applicazioni, ma di queste pochissime le ho trovate utili. Credo sia questione di tempo anche in questo caso, basta dare tempo agli sviluppatori di creare. Di solito le più interessanti ve le segnalo giorno dopo giorno sul blog.

L’iPad, in sostanza, è in un settore tutto nuovo. La perplessità di alcune persone è giustificata dalla mancanza di punti di riferimento precedenti. Paragonarlo a qualcos’altro non è possibile. L’iPad è il primo, la pietra miliare del suo filone tecnologico. Bisogna averlo tra le mani per iniziare a capire che uso può avere. Un uso che può cambiare da persona in persona in base alle proprie esigenze. Qualcuno ha detto che è un computer ideale per chi non sa usare un computer, si lo è. Altri che è compagno ideale per gli studi, si anche. Altri ancora che è una consolle portatile, un perfetto riproduttore di video, un ebook reader. Si, si ed è tutte queste cose messe insieme o prese singolarmente.

Sta a voi decidere in che modo l’iPad può migliorare la vostra vita. Sta a voi decidere in che modo può soddisfare le vostre esigenze. Se non soddisfa nulla non compratelo. Non significa che è inutile, ma semplicemente che non vi serve.

32 Comments

  1. La migliore recensione letta finora, comprese quelle in inglese. Bravissimo, hai proprio colto nel segno e l’ho postata in bacheca su Facebook, ora vedo di ritwittarla su Twittcat Italia perché davvero merita, bravo (e te lo dico da giornalista e divulgatore informatico con esperienza più che ventennale, eh?) 🙂

    Bonaventura Di Bello

  2. Complimenti, un’ottima recensione! Ho potuto ammirare l’iPad solo all’apple store e l’esperienza che ho avuto l’ho ritrovata ben descritta su questo articolo. Dopo un po’, non potevo ovviamente sincronizzarlo con itunes, non sapevo cosa farci, cosa provare. Ci sono tornato il giorno dopo a provarne un altro, che aveva altre app installate. Ci ho giocato un pochino, ma devo dire che è la relazione che si crea col dispositivo la chiave di volta. Inutile, come hai ben detto, guardarsi intorno. Non c’è ancora un dispositivo come questo in giro. E per questo dispositivo, non c’è ancora la potenza di software che meriterebbe. L’unico appunto che vorrei fare è l’assenza completa della bussola digitale. Avendo uno di quegli ipad installato Skywalk, una delle mie app preferite, ho pensato fosse un peccato non poterlo orientare verso il cielo.

  3. Io l’ho provato venerdì all’Apple Store del Carosello vicino a Milano.

    L’ho trovato veramente un ottimo prodotto, come me lo aspettavo.

    PRO:
    – lo schermo si legge da qualsiasi direzione, senza mai sbiadire o invertire i colori, è luminoso e ben contrastato;
    – la qualità costruttiva è superba, ed è solidissimo;
    – veloce e immediato;

    NEUTRO:
    – il peso è quello che ci si aspetterebbe, non è né più pesante né più leggero;
    – scrivere sulle ginocchia è più comodo di quello che pensassi, ma solo con la tastiera orizzontale;

    CONTRO:
    – la risoluzione dello schermo è veramente bassina, mi da fastidio vedere i pixel grossi;
    – la tastiera è simile a un computer ma diversa da iPhone, continuavo a schiacciare invio invece che cancella;
    – niente webcam frontale (e questa ci sarebbe stata, più che la fotocamera dietro).

  4. La bussola c’è in tutti i modelli è il GPS che manca nel WiFi, controllare per credere. Kiro ma sei sicuro che ha solo 256mb di RAM? Io avevo letto che aveva 2 banchi da 256, qundi arrivava a 512mb. Non è che potresti accertartene o zelo hai già fatto aggiungere una scheda tecnica all’articolo?
    La risoluzione è 1024×768 non mi sembra bassa per un 10″…

    P.S.: Kiro nelle recenzioni sei sempre il migliore caro!

  5. C’è un’altra corrente di pensiero nella rete che dice che ha 2 banchi di RAM DA 256mb, ma le app di terze parti hanno accesso solo a uno di questi. Chissà quale è la verità…

  6. Parole sante sono queste le considerazioni che aspettavo altro che ” è fantastico , è bellissimo è troppo figo lo voglio 😛 ” . kiro anche qst ‘anno apple guadagnerà un nuovo acquirente grazie a te 😀 hih

  7. @Francesco

    Io sono un po’ un fanatico della risoluzione alta. E’ innegabile che sullo schermo di iPad, come su quello di iPhone, si vedano i quadratoni.

    Ho preso in mano telefoni con Android con una risoluzione maggiore di iPhone, e si vedeva. Infatti ho salutato con gioia la nuova (presunta, per ora) risoluzione altissima di iPhone 4.

    Dimenticavo:
    PRO:
    – è realmente la miglior navigazione che potrei immaginare.

  8. il problema dell’iBookstore è che Apple non ha e non vuole (chissà perchè) aggregatori in Italia… il solito problema della provincia dell’impero.

    ah dimenticavo, non chiedete ad Apple cone diventare aggregatore, tanto neanche vi rispondono in merito!

  9. @Easyldur non lo dico per difendere l’ipad o l’iPhone ma mi sa che hai un concetto di risoluzione un po’ sbagliato… Non capisco cosa vuoi intendere con quadratoni e bassa risoluzione, dato che il punto forte dell’ipad sono i 136ppi

  10. l’ipad ha meno pixel per pollice dell’iphone 3gs.. e già nell’iphone la risoluzione nn è il massimo se guardi le scritte bianche..

  11. Jobs aveva ragione (come sempre) nell’affermare che l’iPad avrebbe assicurato un esperienza nuova.

    Sono molto soddisfatto del software che circola ma soprattutto adesso ho capito perchè Murdoch ha detto “salverà l’editoria”.

    Internet, giochi, e lettura sono i suoi punti forti, un po meno l’office ed il software per lavoro, ma su questo penso che ne vedremo delle belle.

    Ah la naturalezza con cui i miei figli (7 e 8 anni) lo usano è incredibile, peccato per la webcam e la macchina fotografica, sarebbe lo strumento perfetto…. e magari uno slot integrato per le card ed una presa usb senza dover ricorrere al kit.

    A casa ne abbiamo 2 e siamo in 4 a litigare : )

  12. @Francesco

    Beh, io intendo che, anche su 10 pollici, quella risoluzione è tale da far notare i pixel. Non mi pare questo il vero punto di forza del dispositivo. Credo l’abbiano fatto con questo DPI per due ragioni:

    1) spendere meno;
    2) facilitare il passaggio dalle applicazioni iPhone che vengono scalate, che altrimenti si vedrebbero ben peggio.

  13. Utilissimo come al solito, specialmente per la visualizzazione del credito con scheda 3. Anche se troppo tardi perchè la SIM è già stata ridotta e impossibile da inserire nel telefonino normale. MANNAGGIA ALLE MICRO SIM

  14. @kiro
    la recensione è bella. Magari stai più attento all’uso dell’Italiano…

    “Credo che la società doveva rilasciarlo” (avrebbe dovuto)

    e tutti quei “si, si” che dovrebbero essere accentati (“sì, sì”)…
    Sono io un po’ fissato, ma è così bello scrivere bene! 😉

    Non dico che dovremmo essere tutti degli Italo Calvino, solo un po’ più di amore per la lingua.
    Grazie e scusa se rompo.

  15. Sinceramente, siete seri quando definite l’ipad utile? Voglio dire, socialità e parte, applicazioni professionali molto specifiche e indirizzate a una ristretta cerchia di utenti, siete convinti che ipad aumenti la qualità del vostro lavoro grazie al supporto del documenti o per le ricerche?

    Per studenti e tutti coloro che in generale devono concentrarsi iPad come iPhone sono un’immensa distrazione, non credo che migliorino la qualità della vita nemmeno di un pò. Sono oggetti belli, con applicazioni specifiche e per il social sono il massimo, ma non credo che giochino in alcun modo un ruolo positivo all’interno della vita di coloro che non hanno tempo da perdere.

  16. Sarei interessato al binomio 🙂 se hai qualche osservazione. Grazie.
    Ma il rapporto con iPhone com’è?
    Cosa non si usa più di iPhone quando si ha iPad?
    Cosa si fa quando si vuole far qualche cosa e si ha solo iPhone?
    Intragiscono? almeno la sincronizzazione e a tre col Mac?
    Si finisce per telefonare solo, con iPhone?

  17. Ciao Kiro ti seguo spesso ed è la prima volta che ti scrivo. La tua recensione non fa che rispondere perfettamente alle sensazioni che ho provato usandolo. Condivido con te questo punto al 100%

    “L’iPad è il primo, la pietra miliare del suo filone tecnologico. Bisogna averlo tra le mani per iniziare a capire che uso può avere.”

  18. quoto bonci … se guardate il display dell’Acer Liquid c’è una differenza davvero notevole come qualità di immagine, grazie alla maggiore densità di pixel … vedremo il nuovo iPhone HD, 4G o come si chiamerà

  19. Ma per quale ragione si dovrebbe comprare l’Ipad che costa da noi, a partire da 499,00 Euro fino a 799,00 € , quando è noto a tutto il mondo che è prodotto a pochissimi soldi, in Cina presso la FOXCONN dove non sono impiegati operai ma sono schiavizzati gli esseri umani?

    Per quale ragione si dovrebbe dare valore ad un prodotto che è intriso di bieco capitalismo, al limite con lo schiavismo?

    Io non lo compro nè ora nè mai.

    E visto che in Europa dilaga una fortissima disoccupazione, frutto della globalizzazione e della delocalizzazione, allora non acquistare questi prodotti significa lottare contro lo sfruttamento e contro una visione totalmente impazzita del lavoro e del profitto.

    L’ipad e gli altri prodotti tecnologici fabbricati in Cina, li comprassero i cinesi!

  20. @ kiro
    grazie per la recensione, utilissima, davvero.

    dopo quasi 2 mesi, confermi, smentisci, modifichi, aggiungi qualcosa?

    io sto aspettando che esca qualche cosa di simile che nn sia apple, ma è un opinione personalissima (nn aggreditemi please) 😛 anzi, aiutatemi: consigliate, conoscete qualche “clone” accettabile?

    @ lupo della steppa

    Se poi, nel correggere il blogger, eviti anacoluti fai un piacere a tutti. 😉

    grazie
    e scusa se rompo anche io, ma se fai un post sullo scrivere bene, si pretende (sì, si pretende) che sia in italiano “corretterrimo”, mi segui? Anzi no, nn seguire me, leggiti calvino, che è meglio e impari pure qualcosa.

  21. Mi occorre uno strumento utile per prendere appunti in università con facilità, consultare internet a lezione, per integrazione agli appunti. Fondamentalmente “qualcosa” per la scuola. Data la conoscenza e la professionalità, cosa mi suggerisci? Grazie.

Cosa ne pensi?