Apple: l’ultima conversazione di email è falsa (aggiornato)

Il team di Boy Genius Report le ha date per vere al 100%, invece un portavoce di Apple ha comunicato che il dialogo via email tra Steve Jobs e l’utente che risponde al nome di Tom è falso, non è mai avvenuto.

Il blog BGR ora rischia la sua credibilità, ma io punterei il dito anche contro Apple. Se Steve Jobs usasse un mezzo ufficiale, come un comune account di Twitter se non ha voglia di gestire un blog, questo genere di cose non accadrebbe.

Questa volta c’erano in ballo delle informazioni sulla ricezione dell’iPhone 4, ma cosa accadrebbe se le finte comunicazioni riguardassero politiche aziendali in grado di modificare il valore delle azioni in Borsa? La società, come dichiaro da mesi, ha bisogno di maggiore trasparenza e interazione con i suoi clienti.

Aggiornamento: secondo BGR le email sono vere. Quindi uno dei due mente.

[via engadget]

6 Comments

  1. “..un mezzo ufficiale, come un comune account di Twitter..”, e perché non delle scritte nei cessi degli autogrill?!!!
    ma per favore…
    che facebook, twitter e compagnia cantante siano di moda oky, che le aziende come pesci nell’oceano ci sguazzano oky (e ricorderei a quando si sguazzava in second life, ricordate ancora questa parola? second life…), ma che ora twitter sia uno strumento corporate ufficiale mi sembra davvero di scadere nel grottesco.

    Scusate per la frase forte iniziale, ma quando ho letto mi è venuto un singulto, e se anche il mio commento possa essere ritenuto sopra le righe credo sia corretto far presente la mia personale opinione.

    • @BladeVet: Twitter non è second life ed è usato da H3G, Vodafone, Citroen e tantissime altre multinazionali. Dovresti prendere qualche libro in merito così scopriresti che è usato moltissimo negli USA dalle aziende.

  2. #kiro
    Ma certo! twitter è utilizzato, per il marketing di queste aziende quale modo migliore per strizzare l’occhio ad un determinato target consumer…

    le aziende di tutto il mondo, non hanno la possibilità di avere un blog aziendale, un sito web, un forum… quindi devono usare twitter”.

    Anche l’azienda per cui lavoro, una multinazionale, è presente su twitter e su facebook, si è anche fatta un canale in youtube, e giusto perché magari nei libri “in merito” non è scritto: è stato il marketing a richiedere questi account e non per creare canali ufficiali corporate ma per fare guerriglia marketing.

    Una domanda: Steve Jobs, o chi per lui, quando risponde alle email sta facendo marketing o customer satisfaction?

    Scusa kiro ma rispondere “dovresti prendere qualche libro non è da te..”, mi spiace.

Cosa ne pensi?