Apple sta perdendo la sua magia?

Nella scala di Maslow in cima alla piramide c’è l’autorealizzazione. Essere riconosciuti da tutti per i propri valori e le proprie capacità. Una volta Steve Jobs disse: “Essere l’uomo più ricco al cimitero non mi interessa… Andare a letto la notte sapendo che abbiamo fatto qualcosa di meraviglioso… quello mi interessa“. Lui che in quel cimitero ci stava per entrare due volte, la prima per un tumore al pancreas e la seconda con una disfunzione del fegato, dovrebbe ricordarlo molto bene.

Negli ultimi mesi, però, si ha la sensazione che zio Steve voglia essere anche l’uomo più ricco del cimitero. Il lavoro di un manager è molto arduo. Si guadagnano tanti soldi se li lasci guadagnare a chi ti affida le redini dell’azienda e la società, come colonna portante, ha la produzione di utili. Non ci sarà mai al mondo una società che dichiarerà di aver raggiunto una soglia ideale di guadagni. Per definizione al termine dell’anno fiscale su quei bilanci dovrà esserci un segno “+” per molte voci per identificare una crescita. Tendenza che è collegata alle capacità del manager. Un’azienda che non cresce è governata da incompetenti.

Lui che si è formato tutto da solo, senza neanche finire gli studi, riesce a crescere a doppia cifra ogni trimestre. Ma è questo il destino di Apple? Crescere all’infinito? Negli ultimi mesi sembra che la magia sia finita. La società di nicchia con la filosofia del Think Different sembra aver fatto posto alla mega multinazionale dei dispositivi mobili. Tra azioni dell’Unione Europea per accertare distorsioni del mercato, problemi di gioventù dei suoi prodotti, strane vie di comunicazione, sistemi operativi buggati e attacchi dagli hacker, ci si chiede dove sia finita la vecchia Apple. Speriamo di vedere presto la fenice risorgere dalle prime ceneri.

24 Comments

  1. buongiorno è! dormito male stanotte?
    analisi ineccepibile in effetti.. ma pesantuccia di prima mattina 😉

  2. Non riesco a capire la base dell’articolo ?_?
    Sembra un discorso di un utente al quale hanno tolto la possibilità di sentirsi di nicchia e null’altro.
    Ovviamente con l’aumentare dei prodotti si ha l’aumentare dei problemi ma non mi sembra che per ora la apple si stia comportando da Microsoft o da Google le quali arrivati ad una posizione di predominio hanno smesso di innovare ed hanno iniziato e acquisizioni.
    Non mi sembra neanche che i prodotti apple abbiano subito un calo di qualità, non vedo tanti cellulari o computer a pari qualità.

    Quota
    Essere l’uomo più ricco al cimitero non mi interessa… Andare a letto la notte sapendo che abbiamo fatto qualcosa di meraviglioso… quello mi interessa

    Be penso ci sia riuscito e alla grande prendere un azienda a cui si davano 6 mesi di vita e trasformarla in un azienda a cui le altre si ispirano o copiano non mi sembra proprio una cosa di cui vergognarsi, inoltre ricordo che Steve guadagna sempre il suo dollaro per questo incarico (oltre i vari bonus in base ai profitti).

    Quote
    Lui che si è formato tutto da solo, senza neanche finire gli studi, riesce a crescere a doppia cifra ogni trimestre. Ma è questo il destino di Apple? Crescere all’infinito? Negli ultimi mesi sembra che la magia sia finita. La società di nicchia con la filosofia del Think Different sembra aver fatto posto alla mega multinazionale dei dispositivi mobili

    La domanda da farsi non è se la apple cresca all’infinito (speriamo) ma se crescendo perderà il suo Think Different e per ora, almeno a me, non sembra affatto.

    Marco

  3. Alcune risposte sono esemplificative della mediocrità sociale che stiamo vivendo in Italia, e me ne dispiaccio molto. Questo articolo esprime una OPINIONE e la mia ci si accorda bene. Quindi (riferendomi al bimbo capriccioso e al disgustato di cui sopra), se non siete d’accordo esprimetelo civilmente (magari argomentandone le ragioni), così come ha ben fatto Marco!

  4. Attacchi di hacker????
    Ma kiro stai scherzando?
    Che diavolo ci spiega un problema di sicurezza sui server iTunes o simile con la “magia di Apple”… Hai avuto cali di zucchero stamani eh?

  5. Ha ragione Marco.
    Sembra quasi lo sfogo di chi si sente sempre meno “differente” e sempre più omologato alla massa.
    Di chi si rende conto che, ovunque ti giri, su 100 persone, 30 hanno l’iphone e quindi non sei così speciale.
    Di chi è sempre stato abituato a stare all’opposizione e, ora che è al governo, non sa più contro chi urlare e allora urla contro se stessa.
    Un’azienda che parte come azienda di nicchia e vuole crescere, prima o poi dovrà ampliare i propri orizzonti… altrimenti rischia il collasso. Non è con poche migliaia di utenti che si sentono differenti che si va avanti. E se lo scopo della Apple è quello di far capire che un mondo (tecnologico) migliore è possibile, è giusto che si apra al mondo, perché il mondo non è formato da poche migliaia di persone, ma da miliardi di persone.
    Se il problema è che ormai ti senti omologato alla massa, pensa che tu sei stato uno dei primi a credere a tutto ciò.
    Ed è per questo che sei “different”. 😉

    • E’ interessante leggere i commenti dall’Olanda. In Italia deve fare veramente caldo per incattivire alcune persone. Ma l’educazione è evaporata in alcune città? Io ho dato uno spunto di riflessione su cui riflettere. Se alcuni non sanno esprimere opinioni su cui non sono d’accordo educatamente e senza cercare di denigrare cosa è diverso da loro nelle idee mi dispiace.

  6. Ormai e sempre più,nei tuoi articoli si legge la tua insoddisfazione verso il marchio. Forse è arrivato il momento di lasciare perdere quei 2 soldi che ti entrano dalle visite delle pagine e dedicarsi ad altro. Nella vita è lecito cambiare la propria posizione, ma a ciò devono seguire le giuste decisioni.

    • @Vino: non sono insoddisfatto e continuerò a scrivere fino alla fine dei miei giorni. Quindi tranquillo. Melamorsicata resterà sul web per sempre.

  7. Kiro, qualcuno (e poteva risparmiarselo) ha scritto commenti maleducati ma tu potevi moderarli, altri hanno risposto alla tua opinione con altre opinioni… potresti rispondere a quest’ultime?

  8. Be’… direi che ci sei riuscito. A creare uno spunto di riflessione intendo.
    Quanto ai modi di esprimere le proprie opinioni… come dire… quelli che parlano da cafoni ci sono sempre… ultimamente il fazzoletto o la cravatta verde vanno molto di moda.
    Vai così che è la strada giusta… vedrai che poi solo chi ha argomenti continuerà a commentare, gli altri finiranno gli insulti e non avranno null’altro da aggiungere.

  9. Si stava meglio quando si stava peggio? Leggendo l’articolo la domanda sorge spontanea. Mi viene da chiedere se negli anni ’80 e (soprattutto) ’90 eri già un utente Apple. Te lo chiedo perchè non vedo un passato così dorato come viene suggerito dall’articolo. Prodotti senza probleemi di gioventù e sistemi operativi senza bug.. ma dove?! Io ricordo problemi sia con il System che con l’hardware di quegli anni, certo sempre meno che con Win però… senza contare i virus più numerosi che con OSX. In più concludi con un (presunto) attacco hacker che sembra più un attacco phishing. Fermo restando che rispetto tutte le opinioni, anche quelle che sembrano più dettate da un momento infelice che da un’analisi oggettiva del passato. Ciao 🙂

  10. Uso con soddisfazione prodotti Apple da molti anni, ma al momento considero Apple una azienda di grande successo eppure assolutamente irrilevante come apporto culturale, economico, scientifico e sociale nel 2010. Fare il più bel gadget non è per me qualcosa che merita di essere ricordato come l’aver fatto qualcosa di “meraviglioso.”

  11. Raramente (al limite del mai) esprimo un parere presso MelaMorsicata, in questa occasione però mi trovo d’accordo con l’opinione di Kiro.
    Uso hardware Apple dal 1994, e mai come dal 2005 in avanti Apple ha dimostrato di perdere la propria “essenza” a favore di facili dollaroni.
    Rivoglio Apple dell’epopea PPC, dove si spendeva di più con la consapevolezza di avere hardware indistruttibile, quando i sistemi operativi erano a prova di bomba e si adeguavano a macchine di 5 anni prima facendole funzionare meglio che da nuove, quando installare una rete era un vero e proprio divertimento confronto a chi la doveva creare su piattaforma Win…
    Oggi come oggi l’hardware è oltre che “normale” è anche molto meno robusto, i gadget touch sono la priorità a discapito di chi con Apple lavora da una vita, ed io da “senatore” mi sento un pò tradito…
    Inoltre mi infastidisce il livello di gossip che Apple calamita verso di se, cosa che sono sicuro gli si ritorcerà contro…
    Nel bene e nel male purchè se ne parli è un detto che mal si addice al mondo dell’informatica, statene certi..

  12. quoto gianluca.. io ho apple da oltre 20 anni il mio primo mac era credo se non ricordo male il classi o l’ SE insomma io in apple non trovo piu cmq quella grande differenza che mi inorgoglito e semplificato la vita.
    Certo che le cose cambiano … si e sempre desiderato trasformare i windows in mac e ora che un po si e riusciti in questo almeno nella filosofia ci si sente depredati di qualcosa e facenti parte di una massa non piu selezionata.
    Ma questo è il gioco, e credo che bisogna adeguarsi Kiro altrimenti l’unica possibilità resta rimanere piccoli e non dar fastidio a nessuno… ma in economia significa la morte…

    • Ok ma ad esempio potevano mettere una pezza per pulire lo schermo negli iPhone e non l’hanno fatto per ridurre i costi. Potevano regalare Bumper e hanno preferito metterli a ben 29 €. Per gli stessi blogger non c’è nessuna agevolazione. Qualche anno fa Sony invitò i blogger per il lancio dei Vaio. Andai anche io e pagò l’albergo e il vitto per tutti a Berlino. Per Apple è impensabile, eppure guadagna miliardi su miliardi. Riduce all’osso i costi per avere sempre più fatturato. Non è una cosa sbagliata anche questa? Non ci dovrebbe essere un limite per avere l’autorealizzazione e il riconoscimento da parte degli altri? Io vedo sempre di meno questa autorealizzazione se non quantificandola in denaro.

  13. ragazzi …posso dire una cosa ….Ho incontrato il mio mac nel 2007(si saro un novizio) mi ha cambiato la vita ! E non voglio fare il tifo ne per Steve nemmeno per Apple ma di sicuro lui ed il suo team sono grandi nessuno lo puo mettere in dubbio!
    Una macchina cosi potente che può farti creare , elaborare e perchè no divertirti senza che tu ti preoccupi se prima o poi si “impalla” è fantastico!
    ….Forse sta perdendo un pò di magia per qualcuno ( nel mio piccolo pensiero no) , per me forse è arrivata a far riflettere a tanti piu di prima ed ora piu che copiarla vogliono distruggerla e mettere bastoni tra le ruote nelle difficoltà fà uscire nuovi device , non parlo di difficolta economiche, ma difficoltà causate dagli “altri”….
    grazie steve grazie apple ! me lo sento di dire perchè mi hanno fatto trovare la mia strada lavorativa grazie ad un oggetto che mi sta accompagnando per cercare di arrivare ad un risultato

    ciao KIro io rispetto il tuo pensiero…e rispetto anche il tuo blog 😉 quando non so che fare apro melamorsicata 😉

    P.s: sembra da lecchini l’ultima frase vero? ihihih….. ma non voglio niente in cambio tranquillo ( ma se puoi vuoi kiro accetto tutto ) 😉 mi basta un i phone ciau ciau

  14. Mentre tutti criticate Kiro, e vi scannate, io invece applaudo a Kiro perchè è uno dei pochi che scrive la REALTA’ e non ha le fette di prosciutto sugli occhi, sarà perchè Apple non lo paga per tacere o girare la frittata. Ma ogni persona credo debba saper ragionare, e non essere assuefatto di fumo e da un brand, che nell’ultimo tempo sta commettendo errori che MAI avrebbe accettato prima d’ora.
    La crescita non vuol dire nulla di nulla, se tiri fuori dal cilindro problemi è perchè il processo di qualità non viene eseguito come un tempo.
    La maggioranza degli utenti apple e come se fosse incantata oppure seguisse un Dio che in realtà non ce.
    Credo che ogni azienda meriti di essere applaudita, criticata e scusata a seconda delle esigenze, non è fattibile che Apple possa essere solo applaudita quando solo nel 2010 ci sono stati casi al culmine del ridicolo.
    L’analisi di Kiro rimane giusta e sensata a proposto una riflessione veritiera di quello che sta accadendo.

  15. @articolo
    Apple non è nata per essere una società no profit, pertanto non c’è da stupirsi se questa fa di tutto per incassare più soldi possibili. D’altronde la bravura di un’azienda si vede proprio da questo

    Ragazzi, ma ce la fate a fare quel piccolo sforzo in più per essere educati?? Eddai su, neanche si stesse parlando di politica…

  16. Quote @Kiro
    Melamorsicata resterà sul web per sempre.

    Lo spero ^_^

    Quote @Kiro
    Qualche anno fa Sony invitò i blogger per il lancio dei Vaio … Non è una cosa sbagliata anche questa?

    Secondo me kiro è proprio l’opposto, pagare un bloger, anche indirettamente, per recensire un prodotto significa, il più delle volte, avere una recensione positiva.

    Quoto @erpirata
    La crescita non vuol dire nulla di nulla, se tiri fuori dal cilindro problemi è perchè il processo di qualità non viene eseguito come un tempo.

    Su questo posso anche concordare, ma il discorso va fatto su un ottica più ampia, secondo me oramai, per colpa del mercato, e sparita la fase di beta test dei prodotti HW/SW. Il motivo è semplice non farsi superare dalla concorrenza sui tempi o ricapitalizzare l’investimento nel più breve tempo possibile. Si pensi a quanto HW/SW esce sul mercato con un aggiornamento firmware/software nel giorno del lancio.

    Quoto @Paperino
    quoto gianluca.. io ho apple da oltre 20 anni il mio primo mac era credo se non ricordo male il classi o l’ SE insomma io in apple non trovo piu cmq quella grande differenza che mi inorgoglito e semplificato la vita.

    Su questo invece sono in pieno disaccordo, non me ne vogliate Gianluca e Paperino, probabilmente non hai mai usato un Palm o un WM e non riesci a capire le differenze con un iPhone che dai per scontato.
    La Apple è think different nel ben e nel male, zero supporto a blueray, zero apertura ad hardware non apple, zero apertura dei suoi store, zero apertura a flash ecc. Molti le cose dette prima le vedono in maniera negativa per me sono un caposaldo dell’azienda, è la sua filosofia.
    Per quanto riguarda l’HW se iMac, iPod, iPhone e iPad non è pensare differente spiegatemi voi cosa lo è ad oggi.

    Per finire vi ricordo che la apple non è nata per essere una società di nicchia o per fare prodotti di nicchia, purtroppo si ci è ritrovata ad esserlo, la Apple è nata per vendere PC nel suo più letterale significato Personal Computer (computer personale = computer di massa) quando invece si vendevano computer molto poco personali ^_^

Cosa ne pensi?