iAD è troppo costosa per gli sviluppatori

A luglio Apple ha invitato gli sviluppatori a provare iAD, il suo circuito pubblicitario per dispositivi mobili, per pubblicizzare le loro applicazioni. Un circuito che potrebbe fare la differenza considerando che nell’App Store ci sono oltre le 250.000 applicazioni.

David Smith, fondatore della società Cross Forward Consulting, ha colto l’invito per pubblicizzare una sua applicazione. In una settimana ha messo in piedi una campagna da 1.251,75 $ con un costo di 0,25 centesimi ogni click. In 6 giorni la pubblicità è stata visualizzata 2.052.929 volte con 5.007 click. I click si sono trasformati in vendite solo 84 volte.

A fronte di un prezzo di 0,99 $ per ogni applicazione, il costo della pubblicità è stato di 14 $ su ciascuna delle 84 applicazioni vendute. David ha così deciso di passare ad AdMob dove il costo di ogni click è di 4 centesimi. Di sicuro la sua applicazione ora è più riconoscibile perchè il suo brand è stato visto oltre 2 milioni di volte, ma nel breve periodo iAD sembra non dare molto frutti.

[via TUAW]

4 Comments

  1. Ci sono molti fattori di cui tenere conto: la chiarezza del banner, l’oggetto dell’applicazione e quanto questo interessi il pubblico ed infine il fattore pirateria, purtroppo da non sottovalutare.

  2. Credo semplicemente che il target di prodotti pubblicizzabili su iAd non siano applicazioni (o altro) da 99 centesimi… piuttosto, come pubblicizzato da Apple stessa durante i keynote, beni più costosi che giustificano l’investimento pubblicitario (auto, grandi catene, ecc.).

  3. Vorrei aggiungere un’altra cosa. Il dato che deve colpire di più è l’enorme differenza tra i click registrati, oltre 2 milioni ed il numero di app acquistate. Non conosco le applicazioni pubblicizzate, credo però che il problema sia il come. Quando Jobs ha presentato iAd lo ha definito un nuovo modo di fare pubblicità mostrando delle applicazioni nelle applicazioni. Probabilmente il numero di click è dovuto più alla curiosità della reazione del banner che all’interesse nel prodotto in se. Pertanto, se per Nissan o Disney la cosa funziona ed anche bene, per gli sviluppatori la cosa è controproducente.

  4. Il fatto è che iAd è utile quando è lo sviluppatore ad inserirlo nella sua app, pubblicizzando grandi nomi quali nike, nissan, ecc ecc, aziende che non badano a spese..
    E’ chiaro che per uno sviluppatore indipendende è un salasso pubblicizzare la sua app (su iAd)

Cosa ne pensi?