Apple brevetta il filtro per le parole inappropiate negli SMS

Avete presente quei giorni in cui vi passano per la mente certe fantasie e vi viene voglia di condividerle con il partner? Fate attenzione se le condividete con l’iPhone. Apple, infatti, ha ricevuto l’approvazione per il brevetto relativo al filtro da applicare agli SMS.

Nelle prossime versioni di iOS, infatti, si potranno creare liste di parole che non si possono leggere negli SMS. Liste gestibili con i filtri del Parental Control. Molto utile se il telefono è gestito da un minore e non vogliamo che il piccolo legga parolacce o oscenità.

Il filtro è utile anche per gli adulti qualora non si vogliono leggere alcune cose. Tipo si potrebbe inserire nella lista “ho mal di testa”, “pagare” e “ho ragione io”.

[via techcrunch]

One Comment

Cosa ne pensi?