Ecco iLife 11 con tutte le novità

Il Keynote di Apple è stata occasione per il lancio della nuova versione di iLife 11, la suite destinata a coloro sono interessati alla realizzazione di contenuti multimediali. Stranamente non c’è stato un iWork 11, suite di trattamento testi e dati che concorre con il nascente Office 2011 disponibile dal 26 ottobre.

iLife si compone di iPhoto, iMovie, Garage Band, iWeb e iDVD. Questi ultimi due software, però, non hanno ricevuti miglioramenti. Ma vediamo le novità.

iPhoto 11
Il programma, come saprete, serve per gestire le foto, gli album e le gallerie. Nella nuova versione troviamo una nuova modalità di visualizzazione a tutto schermo per guardare anche gli Eventi, Volti e Luoghi senza barre laterali. I progetti possono essere visualizzati con una grafica 3D in stile scaffale di legno che ricorda iBooks. Gli album fotografici sono più semplici da creare grazie alle funzioni drag&drop e la stampa dei libri avviene con più semplicità.

FaceBook trova un’integrazione maggiore con la possibilità di condividere le foto, leggere i commenti alle immagini e taggare le persone direttamente nell’applicazione. La grafica ricorda molto l’applicazione Immagini dell’iPad. Quando si vogliono condividere le immagini via email, inoltre, l’applicazione crea dei collage tramite alcuni temi. I collage sono molto ben fatti e personalizzabili per numero di foto e inquadrature, in modo da creare delle vere e proprie cartoline virtuali.

Le nuove transazioni grafiche, come la giostrina natalizia, permettono di creare presentazioni di immagini da salvare come video e la funzione di stampa in rilievo permette di preparare lavori da stampare in tipografia.

iMovie
Il software storico per creare video con il Mac riceve un ulteriore aggiornamento importante. Dopo l’abbandono di iMovie HD, infatti, Apple ha cercato di creare un software veloce e semplice da usare. Una delle novità più divertenti della nuova versione è la possibilità di creare trailer cinematografici con tanto di storyboard, effetti enfatizzati, temi e altro.

Il controllo dell’audio è stato migliorato molto con la possibilità di agire sui singoli spezzoni presenti in ogni clip. L’audio può essere abbassato o alzato e cambiato con alcuni effetti sonori. Sempre a proposito di effetti, la società ha puntato molto sull’applicazione dei filtri con un singoli click. Le immagini possono anche essere rallentate, duplicate e modificate in due semplici passaggi: selezionando lo spezzone e applicando il filtro.

iMovie ora ha anche dei temi per chi confeziona news video e la funzione trovapersone per cercare i video di una determinata persona in pochi istanti. Il risultato finale si può caricare su YouTube, Facebook o Vimeo.

Garage Band
L’applicazione per i musicisti e i podcaster si aggiorna ancora. Dopo l’update dell’anno scorso con la possibilità di visualizzare strumenti virtuali e scaricare lezioni di musica, ora si possono correggere le tracce grazie agli strumenti Flex Time e Groove Matching. Note e tempi non saranno più fuori posto. Nell’applicazione ci sono anche 12 nuovi amplificatori per chitarra e 5 nuovi effetti stompbox.

Dopo aver insegnato a suonare, Garage Band aiuta a migliorarsi. Uno spartito permette di suonare la musica e leggere gli errori effettuati durante l’esecuzione. Un video originale permette di sapere le esecuzioni corrette per confrontarla con la propria.

iLife 11 sarà gratuito per chi compra un nuovo Mac. Per chi ha già un Mac è in vendita da subito per 49 €. 79 € per un pacchetto Family Pack con 5 licenze e 129 € con iWork 9 e Snow Leopard.

7 Comments

  1. Peccato che non abbiano rinnovato iWeb, programma semplice ma che permette in poco tempo di fare dei siti carini, mi aspettavo che inserissero qualche bel template in HTML5 dopo che è da due anni che la “mena” che questo è il futuro del web.

Cosa ne pensi?