LimeWire citata in giudizio per pirateria

Uno dei software più utilizzati per lo scambio dei file nei Mac è sicuramente LimeWire venduto in versione Lite e in versione Pro. Sarà stata proprio questa versione arricchita con velocità e maggiore accessibilità ai server ad attirare l’attenzione della giustizia. La società, infatti, è stata citata in giudizio per l’uso di file coperti da copyright.

Al momento non sappiamo nulla dell’avanzamento delle indagini. LimeWire, però, invita a non scaricare e condividere file coperti da copyright senza autorizzazione.

7 Comments

  1. Lol, ma scusate un attimo eh: uno scarica quei programmi per poi scaricarsi musica e film gratis, e poi i creatori stessi dicono di non scaricare files protetti da copyright?
    Fa un po’ scappare da ridere come cosa XD

  2. Leonardo, Limewire è un programma per le connessione Peer to Peer. Ciò significa semplicemente che è un programma che permette ad un client (nel gergo informale, il computer di un utente qualsiasi che usa internet) di collegarsi ad un altro client, e di conseguenza poter condividere cartelle, files, etc. Questo è il P2P. Nonostante i creatori di Limewire sappiano che ci sarà gente che condividerà files protetti da copyright, non ne è una loro colpa, loro hanno semplicemente creato un programma, e di per sé questo programma non viola nessun copyright. Per questo loro raccomandano l’utente finale di questa cosa. Ovvio che difficilmente verranno ascoltati (e per loro “va anche bene”, poichè il successo di Limewire è proprio grazie a questo).

  3. Non hanno capito cosa è il Peer to Peer e ci vorrà una causa legale per spiegarglielo. Se mi inviavano una mail glielo spiegavo io e spendevano meno

Cosa ne pensi?