I Beatles arrivano nell’iTunes Store (aggiornato)

Mancano circa 10 minuti alle 16.00. Orario in cui Apple ha dichiarato di annunciare grandi novità per iTunes. A 10 minuti da questa rivelazione, i Beatles appaiono nell’iTunes Store. Gli utenti potranno acquistare tutti gli album dei baronetti inglesi.

Ma è tutto qui? La società ha annunciato grandi novità per lanciare degli artisti, che da anni sono disponibili nei negozi e nei formati digitali più diversi, e nient’altro? Se così fosse sarebbe tutto una grande delusione. Aspettiamo per saperne di più.

Aggiornamento: purtroppo è così: tutta questa attesa per vedere il catalogo dei Beatles nell’iTunes Store. Un uso sconsiderato di Apple della sua visibilità nella rete che potrebbe portare, in futuro, a una scarsa considerazione da parte degli utenti verso questi annunci sensazionalistici ma privi di contenuti. Apple ha usato un mezzo per pubblicizzare qualcosa disponibile sul mercato da decenni. Cattiva Apple.

35 Comments

  1. Aggiornamento: purtroppo è così: tutta questa attesa per vedere il catalogo dei Beatles nell’iTunes Store. Un uso sconsiderato di Apple della sua visibilità nella rete che potrebbe portare, in futuro, a una scarsa considerazione da parte degli utenti verso questi annunci sensazionalistici ma privi di contenuti. Apple ha usato un mezzo per pubblicizzare qualcosa disponibile sul mercato da decenni. Cattiva Apple.

    Veramente l’iTunes Store al momento è l’unico al mondo ad offrire il download digitale della discografia dei Betales. Un vero e proprio fiore all’occhiello per Apple, altro che.

  2. Si, ma devi avere il CD dei Beatles, poi, questa è la versione rimasterizzata.

    Oggi, se vuoi scaricare la versione digitale delle canzoni dei Beatles lo puoi fare SOLO da iTunes Store, scusa se è poco.

  3. Mboh… a me sembra un buon annuncio, non è che Apple abbia fatto chissà che eh, solo detto che era un giorno importante.

    E in realtà lo è, per la musica. Poi se a voi (e a me) non interessano i Beatles beh poco importa. La cosa è per molti aspetti epocale.

    Purtroppo l’aspettativa sugli eventi Apple supera sempre la realtà, ma non mi lamenterei troppo, le novittà arrivano col tempo e sono spesso incredibili.

  4. *Ehm* forse per comprendere appieno il valore dell’arrivo dei Beatles su iTunes ci si dovrebbe informare meglio sugli antefatti della questione, ovvero sulla travagliatissima approvazione dell’accordo frenato dalla sempre pendente controversia (dal 1978!) dell’utilizzo del nome “apple” in ambito discografico (Apple Corps Vs Apple Computers Inc.)…

    http://www.guardian.co.uk/world/2010/nov/16/apple-beatles-resolving-dispute

  5. @Kiro
    Beh, non si può non apprezzare la risoluzione della controversia, anche in considerazione delle vagonate di soldi che porteranno ai due soggetti e degli aspetti squisitamente legali 🙂
    Inoltre, si doveva capire prima la portata “relativa” dell’evento visto che, per notizie “davvero” importanti, l’Apple crea degli show appositi con inviti alla stampa di almeno una settimana.
    Poi, probabilmente, i Beatles sono uno dei gruppi più amati da SJ e ci soffriva ad esserci in perenne causa 😀

  6. Scusate, ma, al di là di altri mezzi di download più o meno “leciti”, non credete che gli appassionati dei Beatles abbiano GIA’ tutto il materiale possibile ed immaginabile??
    E pensate che si mettano a spendere altri bei soldini per scaricare dei doppioni, tra l’altro in mp3, e quindi con qualità audio non paragonabile a supporti fisici?
    Quindi questa EPOCALE novità a chi sarebbe rivolta??
    A chi dei Beatles conosce le 4/5 canzoni più famose, e non vedeva l’ora di poter scaricare Let It Be da iTunes?
    Beh certo, davvero un giorno indimenticabile, penso che tutto il mondo salterà la cena per l’emozione…

  7. Dopo un’iniziale doccia fredda (CHE DELUSIONE DAVVERO!!!), devo però considerare che per la MUSICA oggi non sarà un giorno qualunque. E’ vero che tutti i beatles fan hanno già i cd dei loro beniamini, ed è vero che a noi, fan di apple, non ce ne frega gran chè di questa vicenda.
    Però in casa apple hanno giocato, creando suspance per l’ingresso nello store, di uno dei piùà grandi gruppi della musica mondiale.
    In effetti credo che noi, fan di apple, abbiamo sperato in una maggiore novità. Noi abbiamo creato maggiore aspettativa…

    Una novità da iTunes…recitava lo slogan. Non da Apple… Che poteva essere se non canzoni?

  8. 1) la qualità audio dei CD è maggiore degli mp3
    2) i fans dei beatles hanno già tutto il catalogo su CD
    3) i non fans dei beatles se ne fregano

    conclusione: bah !!!

  9. Tutta ‘sta sceneggiata per canzoni di 50 anni fa, che se vai in negozio i cd te li tirano dietro.
    Che buffonata !!
    Apple, non sei più quella di una volta !

  10. Non sarà una grande notizia…. questo è sicuro!
    Ma vorrei rispondere a tutti quelli che dicono che le canzoni dei Beatles (come ha detto qualcuno 4 o 5 pezzi più famosi) già c’è li hanno tutti… quindi con questo ragionamento tutti i pezzi che risalgono a prima del 1999 (era Napster) non dovrebbero comparire in formato Mp3…
    Ahhhh forse li aveta scarrricati con metodi “alternativi”…

    Allora continuate ad ascoltarvi Marco Carta & Company da iTunes!!!

  11. Kiro ma che ragionamenti fai… oggi vuoi acquistare un album dei Beatles da internet? Devi andare su iTunes Store. Sai come si stanno mangiando il fegato Sony, Google Music, ecc.

    Incredibile che non capisci la portata di questo evento.

  12. kiro questo è il tuo blog e hai il diritto di scrivere quello che ti pare ma dai l’impressione di non conoscere bene la storia di apple.
    per noi oggi non è importante vedere un nuovo gruppo aggiungersi all’immenso catalogo itunes, ma devi pensare che quando ha aperto i battenti l’assenza dei beatles, come altri artisti, è stata una lacuna enorme. Apple ieri ci ha promesso un annuncio speciale, non una rivoluzione nella vendita digitale o altro. Ora il catalogo è completo, l’ultimo pezzo è stato aggiunto, e itunes store si può dire che abbia tutta la musica disponibile e i beatles addirittura in esclusiva. è anche l’inizio di una nuova campagna pubblicitaria per itunes.quindi rifletti un attimo prima di aggregarti ai commenti della massa. prendila come una critica costruttiva

  13. Concordo al 100% con Wh23.

    La Apple ha fatto un grande colpo: negli anni 2000 solo Eminem è riuscito a battere i Beatles per album di vendita.

  14. Ragazzi, ma stiamo parlando dei Beatles. La maggior parte dei ragazzini che vanno in giro orgogliosi di ostentare i loro auricolari bianchi non sanno neanche chi sia John Lennon…
    Dal mio punto di vista è ammirevole che Jobs & C. diano così tanto rilievo alla faccenda perché credo che dietro vi sia l’idea (forse presuntuosa, forse idealistica) di usare la loro visibilità ANCHE per divulgare e recuperare un messaggio culturale.
    Che poi sia anche una questione di business ci sta pure, certo, ma non credo sia solo quello. Come giustamente hanno osservato i più, i Beatles si potevano già acquistare altrimenti, ma dubito che chi ha più di trent’anni sarebbe mai andato a cercarseli.
    Sarà patetico ma suppongo che in questo Jobs dimostri un idealismo che dalle nostre parti non c’è più. Lo stesso che gli permette di creare strumenti che migliorano la nostra vita, invece di complicarcela ulteriormente. E’ chiaro che non si pone come un semplice ‘venditore di computer’ (vedi il collega ballmer e altri).
    E poi che commenti cattivi, che delusione insensata (secondo me), che accanimento! Spero che Kiro fosse ironico nel definire ‘cattiva’ la Apple perché vuole vendere uno dei fenomeni musicali più importanti del secolo… Manco si fosse messa a commerciare mine anti-uomo… Suvvia ragazzi, Let it Be 🙂

    • Apple poteva benissimo lanciarli ieri e offrire l’home page come ha fatto oggi. Ma creare questa suspance per lanciare degli artisti è esagerato. Capisco che i Beatles siano famosi, ma allora la prossima volta che si fa? Si crea suspance per lanciare tutti gli artisti di successo non ancora presenti in catalogo?

      • Io sono uno di quelli che ha apprezzato, è vero sono un grande fan e mio nonno mi ha lasciato la discografia in vinile. Un annuncio del genere lo si poteva fare solo per i Fab fuor per il semplice fatto che Steve ha lottato anni per averli e soprattutto si rispecchia molto nei Beatles dal punto di vista del marketing. Non bisogna ogni volta pensare che Apple faccia sempre cose rivoluzionarie. Ma soprattutto come si poteva pensare che sarebbe stato introdotto lo streaming? Impossibile avrebbero sicuramente fatto un keynote.

  15. Forse la vera cosa interessante è il momento in cui è stato fatto l’annuncio. Il fatto che in termini di marketing si cominci a trattare i prodotti digitali come regali natalizi…

  16. La colpa e’ di tutti noi,e dei vari blog che hanno pompato la notizia,come se dovessero arrivare chissà che, in questo modo si sono lanciati tutti a profezie più impossibili,invece andava presa normalmente,in effettive’ una grande notizia,un grande evento musicale,se poi ci sono persone a cui non interessano i Beatles,non ha nessuna colpa la Apple.

  17. Mah con tutto il rispetto mi sembra proprio inutile il tuo post.

    Tu scrivi quello che pensi e loro hanno il diritto di fare quello che vogliono.

    I Beatles sono nella top 10 degli album più venduti ogni anno, da 40 anni.
    Averli su iTunes È un evento che merita questa risonanza anche perchè è una esclusiva (almeno per ora).

    Poi il messaggio diceva chiaramente “forse sarà un giorno nuovo o forse no” per cui era già implicito che qualcuno se ne fregava e qualcun altro no.

    Gli appassionati di musica sono stati per un solo giorno e per la prima volta sotto i riflettori, io sono uno di quelli che ha apprezzato il gesto e la notizia.
    Non mi sembra il caso di scandalizzarsi….

    Ciao e grazie comunque per il grande lavoro che fai per tutti noi curando così bene questo sito.

  18. @Kiro Scusa se insisto, ma definire i Beatles semplicemente come ‘artisti famosi’ è davvero riduttivo.
    Non credo di esagerare quando dico che oltre a quella della musica hanno cambiato la storia del mondo occidentale. Sono sicuro per un sognatore come Jobs fregiarsi di questo successo sia molto più importante di tante novità tecnologica che avrebbe potuto introdurre.

  19. Sono d’accordo con Gionata e kikkokilo,e sopratutto messaggio alle persone che spesso scrivono commenti solo per criticare e offendere,copiatevi la frase che chiude il messaggio dell’utente kikkokilo….

  20. Penso sia divertente vedere come tutti rimangano delusi da qualcosa che si sapeva dal giorno prima cosa sarebbe stato. La notizia era DA iTunes e non SU iTunes. Apple l’aveva detto chiaramente. Inoltre non è affatto vero che i Beatles non interessano a nessuno: al momento più di 50 canzoni nella top200 di iTunes sono dei Beatles. Le generazioni si rinnovano + i Beatles rimangono = i Beatles venderanno sempre molto ancora per un bel po’.

    Non credo sia stato esagerato creare un piccolo evento del genere. Alla fine cosa doveva fare Apple? aggiornare semplicemente lo Store e fare un comunicato? E seriamente vi sarebbe sembrato adeguato dopo 10 anni che si cercava di portare i Beatles non dico su iTunes ma su internet tutta (legalmente)?

    Se non sbaglio iTunes è il primo store online al mondo ad avere i Beatles.

    Quindi ripeto: cosa doveva fare apple? aggiornare lo store e via? non mi pare sia una semplice canzone di lady gaga da mettere così senza darne adeguata notizia. Si tratta di tutta la discografia, i concerti e via dicendo della band che ha segnato il 20esimo secolo.

    Quindi non mi pare ci sia stato nessuna esagerazione. L’esagerazione sta negli occhi di chi guarda e leggere commenti di persone che si aspettavano il 4.2 (!) o addirittura i MacBook Pro nuovi (!!) fa capire come la delusione non viene generata da Apple ma dagli assurdi pensieri che si fanno gli utenti prima di un evento del genere.

    Uno poteva dire lo streaming, ma dopo aver visto che c’era scritto DA iTunes, e non “riguardo” iTunes, chiunque sia un po’ addentro al mondo Apple poteva benissimo capire che era una questione di contenuti. Come siamo andati dicendo per tutto l’altro ieri sera.

    Kiro: “la prossima volta cosa si fa?”

    Conosci qualche band paragonabile ai Beatles? no. E quindi non risuccederà una cosa del genere semplicemente perchè non c’è altro che giustifichi una cosa del genere. I Beatles, soprattutto considerando tutto quello che è successo in questi anni, lo giustificavano? Certo.

    E non mi meraviglierebbe se questa cosa di enfatizzare al massimo il lancio fosse stata una delle clausole non scritte dell’accordo tra Apple e Apple.

    Quindi credo sia stato ampiamente giustificato un lancio come questo. Stiamo parlando dei Beatles.

  21. Apprezzo ed approvo l’attesa creata. Lo dico da amante dei Beatles ma anche da amante della buona musica. E come si diceva qualche commento più in la, dopo anni di battaglie far arrivare sul mercato digitale la più famosa band del mondo beh, è più di un traguardo raggiunto. E’ un evento.
    Onestamente questo post mi fa sorridere, perché dopo inni ed osanne al mondo Apple, leggere una critica così solo perché ci si aspettava chissà cosa (i nuovi Pro? ahahaha) è divertente.
    Davvero.
    Continuerò a leggerti per alleggerire le mie digestioni, visto che avevi fatto molto, ma molto meno casino per l’attesa di Lion un mese fa.
    Ciao!!

Cosa ne pensi?