FakeMail

Fare scherzi agli amici può diventare molto divertente. FakeMail aiuta proprio in questo mediante l’uso delle email. Con questa applicazione è possibile spedire false email. Il destinatario riceverà una email con falsa intestazione. Per esempio è possibile inviare un messaggio a nome di un calciatore, oppure un santo protettore o un’organizzazione umanitaria o criminale.

Quello che bisogna fare per usarlo è inserire il nome del finto mittente con la finta email, l’email del destinatario, l’oggetto e il testo della mail. Naturalmente una volta invitata non è possibile ricevere una risposta, perchè l’email inserita sarà inventata. E’ consigliabile anche di usare l’applicazione solo per gli scherzi e non per usi illeciti.

FakeMail pesa 700 KB e si acquista nell’App Store per 0,79 €. Lo sviluppatore mi ha dato anche 2 codici redeem. Se ne volete uno scrivete una frase nei commenti che faccia rima con “messaggio”. Parteciperete all’estrazione di questa sera.

Aggiornamento: purtroppo Apple ha eliminato l’applicazione dall’App Store. Se ritornerà provvederò ad estrarre i redeem.

Aggiornamento 2: l’applicazione è tornata nell’App Store. Quindi vincono il redeem Mar1o e V8bononet.

Unisciti alla conversazione

24 Comments

  1. credo proprio che dopo aver scaricato questa applicazione mi mangeró un bel pezzo di formaggio

  2. Kiro che notizia! Davvero un ASSAGGIO del MASSAGGIO che avro’ dopo aver inviato un MESSAGGIO di RODAGGIO eehehe

  3. Questo messaggio è un oltraggio. Se ti becco ti piglio in ostaggio e ti riempio la mail con questo messaggio: non tutto è perduto coraggio!

  4. Volevo precisare solo di stare attenti a questo programma, perchè rispetto ad altri programmi del genere, nel header dell’email viene memorizzato il vostro indirizzo IP precisamente sotto la voce X-PHP-Script. Perciò state attenti a fare scherzi “pesanti”

  5. nessun assaggio di messaggio…l’applicazione è stata rimossa..peccato ora vado a farmi massaggio che il messaggio è sfumato….

  6. Un bel massaggio dopo un lungo messaggio è quello che ci voleva dopo l’ultimo passaggio.

Leave a comment

Cosa ne pensi?