Torna il tormentone dell’iPhone Nano, quando i rumors non trovano pace

Chi legge del mondo Apple da qualche anno conosce bene la storia dei rumors sull’iPhone Nano. Un telefono che Apple starebbe preparando per conquistare la fascia media del mercato, un po’ come fece con l’iPod Nano per il settore dei player.

L’indiscrezione torna ogni anno e ogni volta indica un mese in cui potrebbe uscire. Di solito gennaio, marzo o luglio. Anni e anni di voci di corridoio per un prodotto mai visto. Ora il Wall Street Journal insiste e dichiara che il prototipo è già in funzione e il telefono è grande la metà di un normale iPhone. Anche il prezzo dovrebbe essere la metà.

Ciò che non quadra è l’esperienza utente. Apple investirebbe sul serio su uno schermo grande la metà dell’attuale iPhone? E le applicazioni, la navigazione, i videogame, la lettura degli eBook, la scrittura di un messaggio, come potrebbero mai essere gestite da un display grande meno di 2″?

Quando avrò una risposta a questa domanda, forse ne parlerò senza freni come fanno gli altri blog.

  • Franco101

    Giusta considerazione,anche perché riempire il proprio blog,solo per riempire,e inserire notizie insignificanti,sono capaci tutti.

  • Il Professore

    Mantenendo le dimensioni dello schermo, ma riducendo un po’ il bordo nero ai lati e riducendo molto lo spazio sopra e sotto lo schermo, l’iPhone diventerebbe abbastanza più piccolo, forse un 25%. Io lo preferirei all’attuale, a patto che la riduzione di dimensioni non fosse a scapito della durata della batteria.

  • karoo

    A mio parere questo rumorsè diffuso dai produttori cinesi di cloni di iphone nano. In questo modo gli riesce più facile spacciare i loro cellulari non schermati.
    La gente “Sente dire di un iphone nano” e qualcuno glielo vende sotto banco.

  • Enrico

    Concordo sull’esperienza utente difficile da gestire, ma mi ricordo anche un’altro tipo di rumor, durato anni e anni e che molti trattavano alla stregua di questo da parte di molti blog. Gli avevano già anche trovato un nome “iPhone”…
    Anche la AppleTV “Console” sembra stia diventando realtà, nonostante la 1G fosse completamente su un’altra strada 🙂

  • Ricky78

    Anni e anni… Dal 2007 al massimo

    • Leonardo

      Si, e sono passat ben 5 anni da quella data…

      • Ricky78

        3 e mezzo dai 🙂

  • Leonardo

    Kiro, ma chi ha detto per “la metà” si intenda la lunghezza, e non lo spessore??
    Apple non farebbe mai un iPhone di schermo inferiore all’attuale, per ragioni di comodità della scrittura e della lettura.
    Gli sviluppatori inoltre dovrebbero riadattare le loro app, una a una, il che lo vedo molto “macchinoso”.
    Non sarebbe più semplice fare un iPhone riuscendo ad omettere l’Home Button e spostando lo speaker delle chiamate nella parte superiore del cellulare?
    In questo modo si otterrebbe un dispositivo più corto di ben 4 centimetri, il che sarebbe sufficiente per poterlo definire “Nano”.
    Ribadisco, secondo me non vi sarà una riduzione dello schermo, bensì della lunghezza e spessore 😉

    Scommettiamo??? XD

    • L’indiscrezione dice lo schermo grande la metà. Se si toglie la cornice e lo schermo resta da 3,5″ che senso ha chiamarlo iPhone Nano? Sarebbe un iPhone a tutti gli effetti, solo con una nuova veste.

      • Leonardo

        Ovvio, sarebbe nano in quanto ridurrebbe gli sprechi dei bordi, rinunciando alla potenza di calcolo dei modelli di punta.

  • lux

    Per la compatibilita’ con la risoluzione della maggior parte delle appl. di app store, c’e’ sempre il retina display che fa’ miracoli!

  • Però per gli sviluppatori non cambierebbe nulla: basterebbe che Apple facesse un iPhone con uno schermo non-retina, magari un po’ più piccolo e la situazione sarebbe la stessa di oggi con iPhone4 vs 3G & 3GS.
    Si potrebbe fare.
    Ma io non ci credo.

  • areox

    Quello che dici Kiro ha senso.
    Però io se penso a un iPhone Nano non pretendo che abbia le stesse funzionalità di un iPhone.
    Basta osservare l’ultimo iPod Nano, il quale non ha le stesse funzionalità di un’iPod/iPod Touch e dimostra che Apple sta facendo ricerca anche su schermi multi-touch di dimensioni ridotte.
    E’ ancora presto, ma arriverà…