Anzichè iPhone Nano è in arrivo un MobileMe Phone?

Ieri vi ho espresso le mie critiche sullo sviluppo dell’iPhone Nano, una sorta di telefono in miniatura che Apple starebbe sviluppando per coprire la fascia media del mercato. Cult of Mac, però, dà un’interpretazione interessante di questo dispositivo su cui vale la pena ragionare.

Considerando che Apple sta costruendo un data center potentissimo nel North Carolina, considerando che da mesi si vocifera dell’arrivo di un servizio di streaming di iTunes e considerando le dichiarazioni di Steve Jobs su MobileMe, in cui diceva che il servizio sarà migliorato molto quest’anno, il presunto iPhone Nano potrebbe essere in realtà un MobileMe Phone, vale a dire un dispositivo portatile per accedere ai servizi in streaming del servizio web.

Quindi con questo dispositivo si potrebbe ascoltare la musica e vedere film in streaming, controllare la posta nel proprio account di MobileMe, vedere le gallerie di foto e molto altro. In questo senso, un dispositivo più piccolo e dalle dimensioni ridotte, acquisterebbe maggior senso. Cosa ne pensate?

[via cultofmac]

2 Comments

  1. Non credo che questa opzione sia realmente presa in considerazione dall Apple. Uno dei punti di forza dell’iPhone è proprio l’appstore, che senso avrebbe vendere un iPhone che non possa utilizzare le applicazioni…. In oltre lo streaming di musica e film potrebbe essere fatto solo dagli americani che hanno la connessione senza limiti di dati. E poi se ti trovi in zone non coperte, oppure dove non si può utilizzare il cell ( l’areo) ti ritroveresti un semplice cellulare. Quindi qui in Italia (ma credo anche in molti altri paesi) non saremmo pronti per questo tipo di tecnologia, e ci ritroveremmo un decide che fa solo quello che farebbe un normale cellulare da 30€.

Cosa ne pensi?