Square risponde alle accuse di VeriFone per i pagamenti su iPhone

Ieri abbiamo letto le accuse di VeriFone nei confronti di Square, il sistema di pagamenti con carta di credito su iPhone. Secondo VeriFone, infatti, è possibile usare un’applicazione ad hoc per rubare i dati delle carte di credito dei clienti per effettuare delle frodi in pochissimo tempo.

Jack Dorsey, CEO di Square, ha replicato alle accuse dichiarando: “Quelle dichiarate sono accuse non verificate e sbagliate. La nostra banca partner, JPMorgan Chase, controlla costantemente e verifica ogni aspetto del nostro servizio, incluso il lettore di carte di credito di Square“. Dorsey ha aggiunto che l’utente riceve subito una notifica del pagamento via SMS o email. Inoltre nell’applicazione appare la foto del cliente associata all’account. Foto sincronizzata sui sistemi di Square, quindi impossibile da contraffare con un’applicazione creata per rubare dati.

[via squareup]