Apple firma per non usare materie prime che finanziano le guerre africane

Una sorta di embargo sta per colpire l’Africa. L’amministrazione Obama, infatti, ha deciso di appoggiare una proposta formulata dall’Electronic Industry Citizenship Coalition di Washington e il Global E-Sustainability Initiative di Brussels.

Alcune società di elettronica, tra cui Apple e Intel, hanno aderito alla proposta di non comprare più materiali dai paesi africani che utilizzano quel denaro per finanziare le guerre. North Kivu, dell’associazione mineraria della Repubblica democratica del Congo, ha fatto sapere che la nazione risponderà all’embargo cercando contratti in Asia. La Cina, per esempio, aumenterà del 7% le richieste di materiali, vale a dire il doppio degli USA entro il 2014.

I materiali esportati dal Congo sono soprattutto oro, tungsteno e coltan. Gli USA cercheranno di importarli dal Canada e dall’Australia.

[via bloomberg]

Cosa ne pensi?