Processore A5

La reverse engineering è una tecnica usata molto in elettronica. Si prende un componente della concorrenza e lo si smonta pezzo pezzo per risalire alla tecnologia utilizzata per la costruzione di quel dispositivo. Poi si utilizzano queste conoscenze, sempre se non coperte da brevetto, per la costruzione di un prodotto analogo.

La stessa tecnica è stata usata da EETimes per curiosare all’interno del nuovo chip A5 realizzato da Apple e costruito, molto probabilmente, da Samsung. Il chip contiene sia il processore che il motore grafico. Il tutto in una grandezza del 64% maggiore del chip A4.

I vantaggi di questa nuova generazione, che utilizza una nuova SoCs di classe A, è una maggiore velocità e una potenza fino a 9 volte quella ottenibile da un processore A4 per il comparto grafico. Il tutto è molto affascinante considerando che tutta questa tecnologia è racchiusa in pochi millimetri.

[via eetimes]

Leave a comment

Cosa ne pensi?