iTunes Match, l’abbonamento per avere tutta la propria musica in iCloud

Qualcuno ha definito il nuovo servizio iTunes Match, lanciato con un “One more thing” di Steve Jobs, come una sorta di condono per la musica pirata. Apple, infatti, ha stretto accordi con le maggiori case discografiche per permettere di avere in iCloud l’accesso alla propria libreria musicale pagando 24,99 $ annui.

In pratica iTunes Match utilizza le tecnologie di Lala, società acquistata da Apple qualche tempo fa, per creare delle playlist e richiamare i propri brani, anche quelli non acquistati nell’iTunes Store, nel catalogo di Apple formato da 18 milioni di brani. Quando le proprie playlist saranno completate si potranno ascoltare da qualsiasi dispositivo mediante una connessione WiFi e l’accesso ad iCloud.

Tutti i brani saranno disponibili nel formato di qualità a 256 Kbps. Il servizio è disponibile in beta per gli utenti americani. Richiede iTunes 10.3 e almeno iOS 4.3.1. In futuro sarà disponibile per tutti, ma al momento non si conosce il prezzo che sarà applicato in Italia.

  • gregbyankee

    Questa è la figata del secolo
    iCloud gratis, backup online in wifi, iWork per iPhone, e musica a 256 kbps AAC a soli 25€ all’anno!

  • Franco101

    Questa non l’ho capita… In pratica se mi abbono,posso trasferire tutta la mia libreria,compreso playlist su iCloud ?

    • Non devi trasferirlo a mano. iCloud ti crea le playlist nella nuvola prendendo i brani direttamente da Apple.

    • gregbyankee

      E per tutte le canzoni che itunes non riesce a rintracciare nel suo database di musica a 256 kbps, sarà fatto l’upload degli interi file su icloud, in modo da permetterti lo stesso di avere tutta la tua musica sulla nuvola
      (frase presa da steve jobs nel video del keynote)