I server di iCloud utilizzano tecnologie di Microsoft e Amazon

Da un lato concorrenti e dall’altro alleati. Non è la prima volta che Apple stringe accordi con i concorrenti per alcuni suoi prodotti. Concorrenti che di certo non disprezzano il denaro sonante di Cupertino. iCloud, per esempio, utilizza le tecnologie di Microsoft e Amazon.

Lo ha scoperto uno smanettone che ha sniffato il traffico dei dati tra iCloud e i server di Apple scoprendo che questi ultimi utilizzano Azure di Microsoft e le conoscenze di archiviazione dei dati di Amazon. Apple sarà anche brava a costruire i prodotti, ma di certo non ha le conoscenze per iniziare ad amministrare, in così poco tempo, una server farm come quella costruita nel North Carolina.

Lo stesso fenomeno dell’accordo disaccordo si ha con Samsung. Da un lato la società coreana fornisce chip e altri componenti hardware ad Apple e dall’altro lato combattono tra di loro sul fronte dei brevetti.

[via infiniteapple]

  • Franco101

    Brutte notizie…iCloud non funzionerà con XP,quindi urge cambiare al piu presto… 🙂