Azioni che scendono e manager che vanno, cosa accade in Apple?

Avvengono dei strani fenomeni in Apple, fenomeni che potrebbero essere solo degli effetti casuali o i sintomi di qualcosa più grande. Negli ultimi mesi, infatti, assistiamo al cambiamento di due fattori: il calo delle azioni in Borsa e l’uscita di nomi eccellenti dal team della società.

Il titolo Apple, dopo una crescita pressocchè costante, ha perso circa il 10% del suo valore negli ultimi 4 mesi. Attualmente ha un valore di 326,35 $ ad azione contro i 363 $ toccati a febbraio. In questi mesi abbiamo assistito al rallentamento del rilascio dei prodotti. La società ha presentato i rinnovi delle sue stelle, come l’iPad 2 e iOS 5, con settimane di ritardo. Questo potrebbe essere un campanello di allarme causato dall’allontanamento momentaneo di Steve Jobs alla guida della società per alcuni problemi di salute. La mancata presenza della figura storica nei corridoi del campus potrebbe aver causato lo slittamento della tabella di marcia di qualche mese compreso l’iPhone 5. Negli anni precedenti, infatti, il telefono che genera oltre il 50% del fatturato della società era stato presentato a giugno con vendita a luglio, ma quest’anno giugno è passato e del prossimo iPhone neanche l’ombra.

C’è anche da dire che stormi di speculatori stanno investendo al ribasso sul titolo, vale a dire scommettono che il titolo calerà. Se avranno ragione guadagneranno consistenti somme di denaro, ma se avranno torto, come dicono alcuni analisti che vedono le azioni Apple potenzialmente fino a 1.000 $, perderanno moltissimo. Quindi come seconda ipotesi è probabile che ci siano delle strategie mirate a frenare la crescita del titolo.

L’altro campanello d’allarme è l’uscita di nomi eccellenti tra i top manager della società. Abbiamo visto l’addio di Bertrand Serlet, ex vice presidente dello sviluppo di OS X; Allison Johnson, vicepresidente del settore marketing globale e recentemente di Ron Johnson per il settore Apple Store. Tutte queste persone hanno deciso di dedicarsi ad altro, vale a dire che la loro uscita era premeditata ad occupare un altro posto quindi hanno avuto modo di cercare da tempo un’altra occupazione. Perchè sono andati via?

Si potrebbe pensare che stanno abbandonando la nave in vista di un grande cambiamento, oppure che semplicemente la musica in Apple è cambiata o, ancora, potrebbe essere un caso. Ma ipotesi o meno la verità è che il campanello è suonato e noi saremo qui attenti a scoprire il perchè.

  • Nicola

    secondo me ordinaria amministrazione.
    Facile che un manager decida di diventare CEO di un’altra azienda per forte ambizione e facile che le azioni schizzate in due anni del 200% abbiano un momento di calo e prese di profitto

  • gregbyankee

    anche google, microsoft, yahoo eccetera sono scese negli ultimi mesi. credo che l’andamento del titolo apple non sia da considerare come a sè stante!

  • Fattore Zero

    Nulla di strano,
    il cambiamento e le variazioni sono fisiologiche, certamente anche foriere di cambiamenti strategici. nel tempo, ogni 7 anni circa, le grandi aziende “propongono” grandi variazioni.
    Bel Post 😉