Dmitry Stavisky

L’IFA di Berlino non è stata solo un modo per vedere da vicino i prodotti elettronici che saranno in vendita nei prossimi mesi, ma è stata anche un’occasione di incontrare le persone che sono dietro prodotti e servizi. Tra questi ho incontrato Dmitry Stavisky, vicepresidente delle operazioni internazionali di Evernote.

Evernote è una famosa piattaforma per il salvataggio di appunti on line e la condivisione con altri utenti. Grazie a delle API è stata integrata in numerose applicazioni per iPhone e iPad. Quindi ho voluto saperne qualcosa in più:

Evernote è una grande piattaforma per le note. Crede che ci siano dei dispositivi che non permettano il suo utilizzo?
Al momento abbiamo l’integrazione di Evernote in computer e dispositivi mobili. In teoria ogni dispositivo può usare Evernote. Per esempio gli scanner potrebbero integrarlo per elaborare del testo scritto e mandare il tutto con il WiFi ad un account, come fanno al momento gli smartphone. Esistono delle schede SD con WiFi integrato e teoricamente potrebbero rendere Evernote compatibile con molti dispositivi.

Quindi tutto ciò che ha una fotocamera è collegabile ad Evernote?
Si abbiamo integrato Evernote in molti dispositivi e questa è una delle direzioni intraprese. L’altra direzione è l’integrazione con altre applicazioni create da terzi. Per esempio recentemente abbiamo acquistato Skitch.

A proposito di Skitch, lo uso ormai da anni. Come mai questa acquisizione?
E’ avvenuta perchè Skitch è ottimo per prendere nota e le note portano memoria. Questa sinergia tra noi e Skitch porterà dei vantaggi agli utenti. Basti pensare all’abbattimento del prezzo di acquisto dell’applicazione.

Evernote ha tratto vantaggio dagli iPhone e iPad? In che misura?
Noi non abbiamo rivenditori in negozi fisici. L’App Store è stato subito un ottimo strumento per la diffusione di Evernote. E’ una piattaforma fantastica poichè ci permette di usare Evernote con la fotocamera, le note vocali, scrivere, mandare notifiche e così via. Devo ammettere che anche l’Android Market ci sta dando una grande mano e, a differenza dell’App Store, ha ritmi di crescita più rapidi.

E poi Android è meno chiuso di iOS, questo vi aiuta?
Si ma non riscontro problemi con iOS. E’ un’ottima piattaforma per cui sviluppare software ed inoltre è sicura.

Quali sono le future implementazioni per Evernote in iOS?
Evernote sarà integrato in un numero sempre maggiore di applicazioni di terzi. Stiamo preparando anche delle nostre applicazioni, ma per il resto non posso dire molto.

Avete un business model basato su due versioni: gratuito e Premium a pagamento. Lo userete anche in futuro?
Si è un ottimo business model. Gli utenti possono usare un account gratuito come vogliono e c’è una parte di questi che passa alla versione Premium. Il nostro compito è aumentare questa percentuale di conversione. Al momento è il 23% degli utenti.

Alcuni criticano questo business model e hanno la percezione che la versione Premium sia più indicata a un’utenza business.
Si la versione Premium è ottima per gli utenti professionali, ma ci sono funzioni che sono utili anche agli utenti comuni, come la sincronizzazione istantanea con tutti i dispositivi a propria disposizione.

Per finire una domanda che ha del gossip: cosa ne pensa delle dimissioni di Steve Jobs in Apple?
Steve Jobs è stato il ragazzo che ha rivoluzionato l’industria dei computer e ha creato Apple. Sono triste e spero stia bene. E’ un grande leader con doti di conversazione senza eguali. Ma penso che Tim Cook farà un ottimo lavoro. Apple è una società matura e saprà camminare con le sue gambe.

Leave a comment

Cosa ne pensi?