Prima dell’arrivo di iOS 5 tutte le applicazioni potevano creare delle cartelle, nel sistema operativo, per archiviare file momentanei. Erano cartelle in grado di caricare informazioni ed evitare di ricaricarle dalla rete ogni volta che servivano per l’uso dell’app.

Con iOS 5 e iCloud le cose sono cambiate. Siccome iCloud accetta i backup automatici dalle app, infatti, Apple ha eliminato la possibilità di conservare troppi file in queste cartelle di file temporanei. La conseguenza è che l’utente è costretto a ricaricare le informazioni già caricate in precedenza.

Se n’è accorto Marco Arment, fondatore di Instapaper, perchè tutti gli articoli salvati nel suo account ora devono essere ricaricati di nuovo per la consultazione. Apple troverà un nuovo sistema per preservare lo spazio su iCloud oppure dobbiamo rassegnarci a quello attuale?

[via marco]

Leave a comment

Cosa ne pensi?