Apple vieta ai dipendenti di parlare della società nei loro siti o social network

Qualche settimana fa fece discutere un licenziamento di un dipendente di un Apple Store a seguito di un commento negativo su Facebook. Il commento era stato scritto nel profilo personale del dipendente e criticava il suo impiego nella società spingendo il manager dello store al licenziamento.

Ma è giusto licenziare per un post su Facebook? All’interno della società vice un regolamento molto ferreo. Apple vieta a tutti i dipendenti di parlare in qualsiasi direzione della società. L’utilizzo dei social network, blog, account di Twitter e altro non è vietato, ma nessuno può commentare o dare informazioni di qualsiasi genere che riguardano Apple.

Come membri di un team, dice il regolamento, ogni dipendente rappresenta la società e deve comportarsi con i valori associati. All’interno si fanno riferimento anche a norme di carattere amministrativo, per esempio ogni dipendente ha una email @apple.com, ma per comunicazioni di carattere personale bisogna usare un altro account.

[via 9to5mac]

  • gino

    il licenziamento è sicuramente esagerato, ma i regolamenti vanno rispettati. fra l’altro esiste una norma simile anche per l’ordinamento italiano.

  • Karoo

    L’immagine è bellissima, perché mostra ddei dipendenti di cartone, come li vuole apple. Dicono di motivare i propri sottoposti e di volerli spronare alla creatività ma tutto quello che vuole sono solo dei piccoli soldati senza cervello, come quelli che accusava la IBM di assuemere.
    @ Gino: i regolamenti non leggittimano nulla. Bisogna smettere di credere alla favola che se una cosa è regolamentata, bisogna rispettarla. Se una regola è ingiusta si infrange e non infrangerla è il vero reato.

  • piotrilich

    A me non piacerebbe che i miei dipendenti perlassero della mia azienda pubblicamente, credo oltremodo di non essere l’unico, difatti non mi capita mai di sentir parlare alcuno sui social network delle sicietà per cui lavorano. L’immagine di un’azienda si deve difendere se si vuole acquistare una posizione di rispetto, e si fa tramite un’etica professionale ben precisa. Pensate ad un vostro amico che mette le foto di casa vostra su facebook, o che dice quello che vostra moglie fa mentre parla al telefono, per me è la stessa cosa.

  • Robyx

    Non si sputa alle spalle di chi ti offre opportunità di lavoro e di crescita economica. Se non ti piace la politica aziendale, licenziati, poi butta tutta la merd@ che vuoi.