Processore A6

Chi ha vissuto l’era informatica degli anni ’90 ricorderà la caccia all’oro dei processori. Grazie ai continui investimenti questi diventavano sempre più potenti di mese in mese, fino a formare al famosa legge di Moore: “Le prestazioni dei processori, e il numero di transistor ad esso relativo, raddoppiano ogni 18 mesi”.

Ora che l’era dei computer sempre sempre più legata al passato, la nuova corsa all’oro è nei chip per smartphone e tablet. Secondo la beta di iOS 5.1, nelle mani degli sviluppatori, il prossimo processore A6 di Apple avrà ben 4 nuclei. Nelle linee di codice è stato trovato un riferimento al Quad Core.

Attualmente i processori sono Dual Core. Avere il doppio della potenza permetterà di creare giochi e software sempre più potenti. Ne avremo conferma con il lancio dell’iPad 3 previsto tra pochi mesi.

[via 9to5mac]

Join the Conversation

3 Comments

  1. Alt. Ok che ci si aspetta un incremento di prestazioni ma, il raddoppiare del numero di core non significa un raddoppio delle capacità di elaborazione.

  2. La legge di Moore è del 1965, quindi dubito che la corsa al megahertz degli anni novanta abbia “formato” la suddetta legge!

Leave a comment

Cosa ne pensi?