Microsoft Surface

Che differenza c’è tra un PC e un tablet? La differenza è nella semplicità di utilizzo e nella possibilità di poter contare su tutte le funzioni di cui si necessita senza dover impazzire tra file system e la complessità che sta dietro il computer. Per Microsoft, però, questo concetto non va bene e infatti propone il suo tablet, in ritardo di anni rispetto Apple, travestendolo da PC. È nato così il Surface, un nuovo tablet che fa uso di Windows 8.

Per far contenti tutti coloro avevano questa impellente necessità di avere una porta USB, Microsoft inserisce l’ingresso nei suoi due modelli: una versione RT con porta USB 2.0, microSD e Micro HD Video; e una versione Pro con porta USB 3.0, microSDXC e miniDisplay Port. In questo modo sconfessa tutto il lavoro effettuato nel campo cloud, di cui Microsoft ha fatto un buon lavoro, proponendo un supporto di cui molti danno presto il pensionamento.

Riprendendo la filosofia che Apple utilizzata dalla sua nascita, vale a dire i vantaggi di produrre hardware e software nella stessa società, Microsoft canta il suo rinnovo percorrendo proprio questa strada. Il Surface è spesso 1/10 di millimetro in meno rispetto all’iPad e pesa 10 grammi in più della versione RT e 200 grammi in più della versione Pro. Il suo display è ampio 10,6″ rispetto ai 9,7″ dell’iPad e non è Retina contando di una risoluzione massima di 1920 x 1080 pixel. All’interno abbiamo un processore Tegra 3 per l’RT e un processore Intel i5 per la versione Pro. Mentre i tagli vanno da 32 GB fino a 128 GB.

Tra le novità viste nel tablet c’è una tastiera che si collega al lato del dispositivo con un sistema magnetico che ricorda quello usato dalla Smart Cover di Apple. La vera novità della tastiera, oltre ad essere sottile 3 mm, è la capacità di cambiare lo sfondo del dispositivo automaticamente rispecchiando il colore della tastiera. La funzione molto comoda per chi non sa cambiare lo sfondo del proprio tablet. L’uso di una tastiera fisica, inoltre, è un po’ in controtendenza con il concetto stesso di tablet, vale a dire un dispositivo che si disfa di qualsiasi tasto fisico, diventando una sorta di incoerenza “alla Microsoft”.

Windows 8 ha un’interfaccia grafica ideale per lo schermo touchscreen e integra anche l’antivirus. Al momento non si hanno comunicazioni sui prezzi anche se Ballmer ha dichiarato che costerà quanto un ultrabook. Nessuna informazione neanche sulla disponibilità.

Offrire un PC travestito da tablet potrebbe essere la mossa vincente per coprire quella fascia di persone che fanno fatica a liberarsi dal concetto di PC, per tutti coloro che vogliono usare il tablet come un computer. Un concetto opposto all’iPad di Apple che si evolve verso la semplicità. Quale dei due concetti è il migliore è da vedere, di certo la concorrenza è sempre una buona cosa.

[via Microsoft]

Join the Conversation

23 Comments

      1. tipo la tastiera magnetica sarebbe stata l’ennesima genialata come la smart cover.

        e visto che la gente si è messa a piangere quando ha visto che nell’ipad non c’era l’usb, se nel nuovo ipad apple l’avesse implementata, nessuno avrebbe avuto il coraggio di chiamarlo “passo indietro” o scelta in controtendenza…

      2. Quella tastiera non ha il feedback tattile, quindi non cambia da una virtuale. Per la porta USB a che scopo? Usare le pendrive?

    1. Incoerenza Microsoft perché sceglie di avere una tastiera nel tablet?!? Ma se anche Apple ha Tra gli accessori con dock incorporato? Avere un blog dedicato non implica essere sempre al 100% di parte (a meno che ti paghino). Per gli altri “lettori”: tifare Microsoft o Apple a voi non viene in tasca nulla, fate solo ridere!

      1. L’iPad è compatibile semplicemente con la tastiera bluetooth del Mac. Apple non ha mai prodotto una tastiera dedicata all’iPad. Questo blog è sempre obiettivo. Quando c’è da criticare Apple non ho mai frenato le critiche.

      2. questo è un blog che parla di apple. è normale che nascano “discussioni” perchè c’è chi è d’accordo con le idee di apple e chi invece proprio non le approva.. e per fortuna che è così. non si tratta di “tifare” o no apple.

        quindi, visto che nessuno ti obbliga a leggere certi articoli, se i lettori di questo blog ti fanno ridere, puoi tornare benissimo su altri blog a parlare di calcio e di balotelli.. che magari ci capisci qualcosa in più.

  1. infatti per me non serve a niente l’usb nell’ipad. ne tanto meno una tastiera aggiuntiva.

    non sto dando contro alle scelte di microsoft, ne a quelle di apple (anche se concordo con le sue).

    ho solo detto che in molte occasioni “è il monaco che fa l’abito”..
    se le stesse cose le faceva apple per ipad a quest’ora eravamo qui a parlare di quant’è comoda avere una tastiera esterna per goderci la app a schermo pieno. o di quanto è comoda una porta usb per metterci le foto da passare ad un amico.

    1. Beh esistono tastiere esterne per iPad come la Ultrathin di Logitech. Per le foto esiste l’accessorio per iPad che legge le schede SD. Io ce lo e importa le foto dalla fotocamera nel tablet.

      1. il discorso è sempre quello.
        un conto se le fa logitech. un conto è se al wwdc ti presentavano sta tastiera magnetica…. vedi te in quanti urlavano al miracolo.

  2. Secondo me la sola differenza è che loro hanno deciso di lasciare la scelta agli utenti piuttosto che operare il genius design alla Apple.
    La tastiera serve per chi scrive molto e conosco qualcuno che si porta dietro una tastiera apple bluetooth insieme all’iPad. In più l’hanno fatta in due versioni, una meccanica e una touch. Altro discorso è il trackpad, che lì si risulta incoerente.
    In generale è una strategia che potrebbe rivelarsi vincente per la praticità. Perché passare un file sull’iPad direttamente da una pendrive non sarebbe proprio così scandaloso, né sarebbe un rinnegare il cloud storage. Sarebbe pratico e basta.

  3. “Has Microsoft finally leapfrogged apple?”

    Si chiedono dopo anni se Microsoft abbia scavalcato Apple, e non se lo chiede Melamorsicata, con tutto il rispetto del mondo, ma, le maggiori testate giornalistiche del pianeta, per me non c’è nemmeno bisogno di commentare.

    Microsoft ha osato, cosa che non faceva più da anni -a mio parere infatti era sciocco anche solo il paragonare MSFT a AAPL essendo aziende con diversi output- ed è solo per questo che si era aperto un divario ed Apple ha scavalcato Microsoft, solo per questo; è facile sembrare dei corridori incredibili se vinciamo di 4 ore dal secondo, a meno che il secondo non fosse sulla sedia a rotelle.

    Quindi, oggettivamente, Apple aveva devastato Microsoft, superata di gran lunga, poichè lei non aveva creato NULLA di rivoluzionario dopo MS95… questa è la dura ma oggettiva verità e voglio vedere chi sosterrà il contrario, e se lo dovesse fare perfavore, lo faccia esplicandomi fatti, non voli pindarici perché non è un’apologia ricordatevelo, non è che debba per forza vincere sempre AAPL.

    1. Microsoft non ha osato, si è solo ispirata fortemente alle strategie di Apple per non finire nel baratro più profondo

  4. Lanciando per la prima volta, dopo lo zune (che non avevo nemmeno contato), un suo device con il suo marchio sviluppato da lei…

  5. Ha rivoluzionato il suo sistema operativo, sta presentando e sta per presentare prodotti veramente innovativi, poi sta creando un grandissimo ecosistema con Windows 8, Windows Phone, Xbox, Skydrive, Office ecc. che da più scelta all’utente.

    1. questa non è innovazione. è un semplice “tirarsi al passo coi tempi”.
      e non venite a dire che le porte usb sono innovazione, o che un interfaccia a piastrelle lo è.

      a mio parere microsoft ha un grande, grandissimo, enorme difetto. ed è un unificazione dell’esperienza utente. un allineamento dei suoi prodotti, un ecosistema che fornisca all’utente tutto ciò di cui ha bisogno senza compromessi o impantanamenti.
      su questo la Apple è avanti non uno, non 5, ma 10 anni.

      zune, wphone, windows, office, xbox, silverlight, skydrive . sono tutti prodotti validi, ma poco legati. per l’utente medio, poco smanettone e che vuole usufruire dei prodotti senza troppi fronzoli, Apple offre una qualità ed un livello di integrazione 100 volte migliore.
      ha i suoi limiti, ovvio, ma per il 99% della gente credo che sia sufficiente.

      ah. giusto per farvi un esempio.. io è da almeno tre anni che non tocco più una pendrive.. e di file ne scambio parecchi fidatevi!

  6. Se windows 8 si rivelerà usabile e l’ecosistema Microsoft sarà veramente all’altezza, questo prodotto sarà senza dubbio rivoluzionario e ridimensionerà qualsiasi altro dispositivo simile sul mercato che al confronto risulterà un giocattolino. Ovviamente questo tipo di tablet/soluzione sarà indirizzato ad una fascia alta di utenti e per il business (come il rpezzo evincerà).

  7. Finalmente un prodotto con cui lavorare veramente, va bene la praticità e tutto quello che ne consegue ma con l’iPad ci gioco e al massimo scrivo questa mail…

Leave a comment

Cosa ne pensi?